NAPOLI. «Quando c'è in ballo la salute della gente si deve essere determinati e concreti e non si possono accettare speculazioni o strumentalizzazioni. L'isola di Capri ora può avere una giustificata fiducia verso l'Asl Napoli 1 Centro». Con queste parole Ciro Verdoliva, direttore generale della Asl Napoli 1 Centro, ha commentato la prima seduta del Tavolo di confronto permanente sui bisogni di salute dell'isola di Capri, convocato dalla Asl per fare il punto su quanto programmato o già concretizzato rispetto alla Conferenza dei Servizi del 12 agosto 2019. «Come direttore generale - ha detto Verdoliva - ho sempre ritenuto la strada del confronto, anche aspro ma sempre leale, la migliore possibile. Per questo ho accolto il 12 agosto l'invito di tutti i soggetti interessati a trovarci periodicamente sull'isola di Capri e mettere le carte in tavola. La mia presenza sull'isola di Capri spero sia letta come un segnale tangibile dell'attenzione che l'Asl Napoli 1 Centro ha nei confronti di tutti i cittadini. Se ci sono criticità siamo i primi a volerle affrontare e sono soddisfatto del clima di grande collaborazione che ha animato l'incontro di oggi, anche grazie alla serietà con la quale sono intervenute le amministrazioni comunali e le varie associazioni». Alla Conferenza dei Servizi hanno partecipato i sindaci di Capri Marino Lembo e di Anacapri Alessandro Scoppa, e rappresentanti della Asl e delle associazioni capresi.