NAPOLI. Il capo della Vanella Grassi torna di nuovo in libertà a pochi mesi dal suo ultimo arresto e il clan dei ribelli di Scampia e Secondigliano si ricompatta intorno al suo leader. Gaetano Angrisano, genero di Salvatore Petriccione, attualmente detenuto al regime del carcere duro, ritenuto a capo della Vanella Grassi insieme al cugino Alessio, era detenuto in Spagna in seguito all’arresto in esecuzione di mandato europeo nel quale era incapppato l’estate scorsa.