La Corte di Appello di Napoli ha condannato a 16 anni e 8 mesi di reclusione Armando Del Re, l'uomo accusato di aver esploso i colpi di arma da fuoco che il 3 maggio 2019 in piazza Nazionale a Napoli hanno ferito la piccola Noemi, che all'epoca dei fatti aveva 4 anni, e sua nonna. L'obiettivo dell'agguato era Salvatore Nurcaro. In primo grado Del Re era stato condannato a 18 anni di reclusione.

Confermata in secondo grado la condanna a 14 anni per Antonio Del Re, fratello di Armando, che all'agguato aveva partecipato fornendo supporto logistico.

Dopo il ferimento, Noemi ha lottato per diversi mesi tra la vita e la morte all'ospedale Santobono di Napoli e ancora oggi porta sul corpo i segni visibili delle ferite.