CASTELLAMMARE DI STABIA. Quando le "sentinelle" del clan D'Alessandro hanno visto un elicottero sorvolare le case di Scanzano, quartiere roccaforte dell'organizzazione criminale, hanno pensato a un'operazione delle forze dell'ordine. Hanno guardato con i binocoli e, con sorpresa, hanno scoperto che a bordo del velivolo c'era un prete con un crocefisso in mano che benediceva la città dal cielo.

L'ESORCISMO. Su Castellammare di Stabia è stato fatto un esorcismo. A chiedere la '"cacciata" del demonio con una speciale benedizione, è stato un gruppo di fedeli dell'intellighentia di Castellammare di Stabia, sconfortati dall'inarrestabile declino morale ed economico in cui è precipitata la città. Dove né politica né giustizia riesce a rimettere in carreggiata i destini degli abitanti della Città delle acque, si spera che possa avere successo l'acqua santa.

L'esorcista incaricato del difficile compito è giunto dal Salernitano dove è famoso per le ''preghiere di liberazione'' che è autorizzato a praticare proprio dalla Curia. Ogni 13 del mese, giorno stabilito da una tradizione centenaria, nella grotta dove sorge il santuario dedicato dal 700 alla Madonna dell'Avvocatella, a Cava Dei Tirreni, sono in tanti i fedeli a ricorrere alla confessione, alla comunione e poi all'esorcismo. E affermano di essere riusciti nell'intento.

L'ELICOTTERO. Finora, però, nessuno aveva mai pensato di noleggiare un elicottero per esorcizzare una città con tutti i suoi abitanti. Castellammare di Stabia ora spera nel miracolo di vedere rinascere le Terme dalle 28 sorgenti chiuse per fallimento, il Monte Faito irraggiungibile con la Funivia dismessa dalla Circumvesuviana e devastato dal dissesto idrogeologico, il fiume Sarno che da decenni sversa veleni in un mare bellissimo ma non balneabile a causa dell'inquinamento, industrie ridotte in macerie, delinquenza diffusa, il cantiere navale fondato dai Borbone che vede l'esodo dei lavoratori al Nord, perché privo di commesse, la villa Comunale chiusa per lavori, il commercio in ginocchio, il Comune in dissesto economico. La sfiducia nelle istituzioni politiche locali ha raggiunto il culmine e non c'è impresa che non fallisca. Da qui il sospetto che sulla città 'ballino i diavoli'. Una teoria rafforzata da tanti episodi dissacranti che si ripetono su croci, messe sottosopra, furti sacrileghi nelle chiese, madonnine scaraventate nei dirupi. Episodi che fanno pensare a sette sataniche attive sul territorio. 'Se Satana esiste, si è impadronito di Castellammare di Stabia e degli stabiesi. Non ci resta che l'esorcista per tentare una ripresa' affermano i fedeli. L'esorcismo, di cui non sarebbe a conoscenza il vescovo, Francesco Alfano, è di dominio pubblico. Tutti dicono che Castellammare di Stabia è posseduta dai demoni e l'impegno ora è di cacciarli via con il crocifisso e l'acqua santa.