NAPOLI. Rischiava di andare incontro alla seconda, pesante condanna nel giro di pochi mesi e invece, grazie a una perizia fonica che ne ha dimostrato l’innocenza, ha ottenuto una clamorosa assoluzione. Elvira Visconti, storica capopiazza ai tempi d’oro del clan Giuliano di Forcella e oggi accusata di aver concorso insieme all’ex compagno Antonio Tarroni a un inquietante traffico di cocaina da Secondigliano a Pescara, è stata scagionata dai giudici della terza sezione della Corte d’appello di Napoli per non aver commesso il fatto.