Drammatico incidente questa mattina a Qualiano, dove è avvenuto uno schianto mortale  in via Santa Maria a Cubito. Nell’impatto ha perso la vita  un giovane che era a bordo di uno scooter. Lo scontro è avvenuto con un camion.
 

La dinamica 

L’impatto tra i due mezzi è stato così violento che per il 30enne non c’è stato nulla da fare. La vittima avrebbe perso il controllo del suo scooter e avrebbe impattato contro il camion.

 

I soccorsi

Sul luogo sono giunti i carabinieri della stazione di Qualiano e i sanitari del 118 che non hanno potuto far altro che constatare il decesso del giovane. Al momento la strada è chiusa per i rilievi. Si indaga ora per ricostruire la dinamica dell’incidente e capire le cause dello schianto costato la vita al giovane.
 

La vittima

La vittima si chiamava Pasquale, era sposato ed aveva due bimbe piccole. Secondo le prime ricostruzioni si stava recando anch’egli a lavoro quando è accaduta la tragedia.

 

Filippo cade in bici durante la gita con la scuola e muore, aveva solo 16 anni

 

 

 

Non ce l'ha fatta a causa delle troppe ferite riportate il ragazzo milanese di 16 anni caduto con la sua bicicletta sulla pista ciclabile di Pera di Fassa lo scorso venerdì.

L’escursione in bicicletta durante una gita scolastica si è dunque rivelata fatale per l’adolescente che  saliva le alture della valle in compagnia dei compagni di classe. Filippo Tafuro, questo il suo nome, è morto nel reparto di rianimazione dell’ospedale Santa Chiara di Trento.

La tragedia

Il giovane, che frequentava l’istituto professionale Ikaros di Buccinasco, viveva a Corsico. Era arrivato in Trentino il 2 giugno. La mattina di venerdì il gruppo aveva noleggiato delle mountain bike per ridiscendere da Canazei, dove alloggiavano, verso Moena. Non è chiaro se Filippo, al momento dell’incidente, indossasse il casco. Dopo avere sbattuto violentemente il capo era stato soccorso prima dai sanitari della Croce Rossa e poi trasportato d’urgenza con l’elicottero al nosocomio del capoluogo.

 

 

La dinamica

La due ruote sulla quale pedalava la vittima, che non presenta danni evidenti, è stata ora sequestrata dai carabineiri di Vigo di Fassa. Per verificare se la caduta sia stata conseguenza di un malore, sul corpo è stata effettuata l‘autopsia. In lutto la comunità di Corsico che nella persona del sindaco Stefano Martino Ventura ha espresso profonde condoglianze alla famiglia.

 

.