NAPOLI. Per mandanti e killer dell’innocente Salvatore De Magistris arriva, dopo oltre sedici anni, il primo giro di vite. Concluse le indagini preliminari, la Procura antimafia ha infatti chiesto e ottenuto la fissazione del giudizio immediato. Il decreto del gip è stato appena notificato a tre indagati a dir poco eccellenti, tutti a vario titolo ritenuti coinvolti nell’atroce delitto del patrigno del rivale (poi pentitosi) Biagio Esposito. Processo dietro l’angolo, dunque, per il capoclan Marco Di Lauro, il fratello minore Nunzio e il ras Antonio Mennetta “Er nino”.