NAPOLI. Cinque colpi di pistola alla testa, che hanno svegliato diversi abitanti della zona, per uccidere un 29enne vicino ai Vigilia di Soccavo. Emmanuele De Angelis era un meccanico, e continuava a farlo nonostante le amicizie di malavita, ma è finito nel mirino del ricostituito clan Grimaldi-Scognamillo proprio perché era un bersaglio facile. I sicari sapevano che intorno alle 6 usciva e in scooter si recava al lavoro dopo una colazione al bar.