NAPOLI. Sul numero di aprile di un supplemento di Repubblica viene messo in luce il caso di un “commissario seriale” nell’Università di Messina, cioè del rettore dell’Università stessa che fa notizia perché, da rettore in carica, è stato membro di ben quattro commissioni di concorso.