Il vaccino Johnson & Johnson "dovrà essere usato". Il ministro della Salute, Roberto Speranza, si esprime così sul vaccino J&J fermato oggi negli Usa, a titolo precauzionale, dopo 6 casi di trombosi successivi alla somministrazione.

"Abbiamo fatto oggi pomeriggio una riunione con i nostri scienziati e chiaramente con l'Agenzia italiana del farmaco, siamo in collegamento con l’agenzia europea Ema e e valuteremo nei prossimi giorni, appena Ema e gli americani ci daranno notizie più definitive, quale sarà la strada migliore.

Ma penso che anche questo vaccino dovrà essere utilizzato perché è un vaccino importante", dice Speranza, nel suo intervento a Porta Porta, in onda questa sera su Raiuno.

Il ministro della Salute ha quindi ribadito come "la scelta statunitense è una scelta precauzionale" e la "scelta di Johnson & Johnson di non immettere immediatamente in commercio il vaccino in Europa è anch'essa una scelta di natura precauzionale.

Il nostro auspicio - ha sostenuto Speranza - è di poter al più presto sciogliere questi nodi e usare anche questo vaccino che sarebbe il quarto, e che a noi serve particolarmente".