NAPOLI. A distanza di quasi 8 anni dal convegno NOVEM2012, le tematiche ingegneristiche della vibroacustica e della dinamica strutturale tornano a Napoli. Nella sede fridericiana di Napoli Est, dal 17 al 19 Febbraio 2020 si terrà infatti la terza edizione di MEDYNA, "Euro-Mediterranean Conference on Structural Dynamics and Vibroacoustics” (medyna2020.sciencesconf.org).

MEDYNA è organizzata dal gruppo pasta-lab (pastalab.unina.it) del Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università di Napoli Federico II in collaborazione con AIDAA, Associazione Italiana di Aeronautica e Astronautica (aidaa.it), di cui nel 2020 ricorre il centenario dalla fondazione.

Ancora una volta quindi, ricercatori provenienti da quattro continenti e 15 differenti nazioni, avranno modo di incontrarsi, discutere e confrontarsi sugli sviluppi più avanzati e le metodologie più accreditate. Sette sono le lezioni plenarie affidate a ricercatori riconosciuti a livello mondiale e queste affiancheranno i 100 lavori selezionati per le sessioni regolari. Troveranno spazio anche sessioni dedicate a progetti nazionali e internazionali che presenteranno lo stato dell’arte dei rispettivi lavori di ricerca applicata.

Durante MEDYNA ci sarà anche la chiusura del progetto Horizon 2020 MSCA-ITN European Joint Doctorate denominato VIPER (VIbroacoustics of PERiodic media, viper.ec-lyon.fr) che ha visto la collaborazione del Dipartimento fridericiano con Ecole Centrale de Lyon, Universitè de Franche-Comtè di Besançon, KU Leuven, e University of Bristol.