GRUMO NEVANO. La celebrazione della Virgo Fidelis, patrona dell’Arma ha rappresentato la prima “uscita” ufficiale del nuovo comandante della caserma dei carabinieri di Grumo Nevano che ha competenze anche su Casandrino. Da qualche settimana Antonino Bruno che ha retto il comando della stazione per 15 anni, è stato assegnato al presidio di Castelmorrone. Il testimone è passato al maresciallo Giuseppe  Garozzo che ieri ha guidato la delegazione dei militari grumesi alla cerimonia. Con la presenza del capitano  Giovanni Ronchi, della compagnia di Giugliano, che ha portato i saluti del comandante Andrea Coratza. L’iniziativa è stata organizzata dalla sezione di Grumo dell’associazione nazionale carabinieri, dedicata a Salvo D’Acquisto, non solo per onorare la Patrona dell’Arma, ma anche per commemorare l’eroe  di Palidoro nonché i caduti di Nassirya e tutti quelli dell’Arma, soprattutto sul fronte di una “guerra” che la Fedelissima combatte tutti i giorni, per garantire la sicurezza. Presenti i vicesindaco di Grumo e  S.Arpino, i comandanti della polizia municipale di Frattamaggiore, Biagio Chiariello e di Grumo Nevano Francesco Tavasso, delegazione della Matteotti – Cirillo, con la dirigente Giuseppina Nugnes, della Pascoli con il dirigente Osvaldo Tessitore, della Marconi Torricelli di  Casandrino con la dirigente Amalia Sciorio; la protezione civile, le guardie ambientali con il comandante Carlo Pezzella. Per tutti il presidente dell’Anc il cavaliere Giuseppe Iavarone ha avuto parole di ringraziamento soprattutto per i bambini che hanno esposto cartelloni e recitato loro composizioni sul ruolo e l’impegno dell’Arma, commuovendo gli stessi militari presenti. Importante il tributo musicale dell’associazione musicale “Mameli” di Casandrino con il maestro Massimo Paciolla e l’orchestra della scuola Marconi – Torricelli di Casandrino.