LAURO. Dall’8 al 17 marzo il borgo di Lauro e il Castello Lancellotti saranno protagonisti del festival “Ammuina”: uno strumento di rivalutazione e rivitalizzazione urbana dei piccoli centri storici dal punto di vista turistico e culturale con lo strumento dell’arte e del teatro, un’esperienza unica e immersiva con ricadute territoriali a breve, medio e lungo termine. L’intento è quello di animare il borgo con contenuti freschi, vitali, forti e immersivi: fare ammuina. Ma con stile. Il progetto prevede spettacoli da tenersi a castello Lancellotti, in sala d’armi, nei giorni 8-9-15-16-17 Marzo, visite guidate al Castello e alla Villa Romana di S.Giovanni in Palco, curate dalla Pro Lauro e dal Comune di Lauro, esperienze e laboratori enogastronomici a cura di Costellazioni Lab. L’obiettivo è quello di offrire un altissimo contenuto artistico, garantito da un parterre di artisti eccezionale: Mario Autore, candidato ai nastri d’argento 2021 come miglior attore, curerà la regia de La Locandiera e sarà attore protagonista di Chaplin e Il Fantasma di Canterville, Nunzia Schiano, uno dei volti teatralmente, cinematograficamente e televisivamente più noti e amati dal pubblico sarà protagonista di Femmine, uno spettacolo musicale curato dal Maestro Antonio Ferraro, Fiabe in Musica, e poi artisti del calibro di Chiara Vitiello, Francesca Romana Bergamo, Sara Missaglia, Niko Mucci, Myriam Lattanzio… insomma un calendario di grandissima qualità e grande livello, da organizzare in un luogo d’incanto quale il castello Lancellotti, in una scenografia che stiamo provando a esaltare dal punto di vista estetico e sonoro con tantissime novità asservite a una fruizione d’una utenza eterogenea e nutrita. Le musiche che accompagnano la rassegna sono di Annamaria Bozza presente al concerto di chiusura. Accanto al calendario di spettacoli visite guidate organizzate nei due monumenti principali di Lauro: Castello e Villa Romana: luoghi incantevoli, ancora poco conosciuti per quanto belli e importanti. Ma l’obiettivo reale è quello di esaltare il borgo intero con le sue tradizioni e di far vivere agli spettatori un’esperienza unica: ad esempio dando la possibilità di accompagnare gli spettacoli a visite guidate e a laboratori esperienziali. Con l’obiettivo di rendere ancora più spettacolare la cornice del castello Lancellotti è stata immaginata una illuminotecnica diversa e immersiva a cura di Remedia srl, e la presenza di podcast fruibili a mezzo QR code che raccontano il Castello e le storie collegate ai personaggi che lo hanno abitato, curati da Nassau. Ogni venerdì e sabato (8-9-15-16 marzo) saranno previste visite guidate pomeridiane a partire dalle ore 15.00. Le due domeniche (10 e 17 marzo) saranno caratterizzate da visite guidate mattutine (a partire dalle 10:30) e pomeridiane. Se visite guidate e podcast saranno presenti in ogni giornata il calendario degli eventi si presenta invece estremamente variegato:

Si parte l’8 marzo, con Charlie Chaplin, un viaggio dietro la maschera di Charlotte con Mario Autore, Franco Nappi (anche regista) e Chiara Vitiello, doppia replica alle 18:30 e alle 20:30, presso la sala d’armi del Castello Lancellotti. Disponibile, per un numero massimo di 30 persone, il laboratorio enogastronomico “Il Gusto Agrodolce dell’ironia, giocando con Chaplin in cucina”, per interagire con prodotti particolari e assaggiare cibi tematici collegati al tema del giorno.

Il 9 marzo è la volta de Il Fantasma di Canterville, da Oscar Wilde, commedia divertentissima a tinte dark diretta da Franco Nappi con Mario Autore, Chiara Vitiello, Sara Missaglia, Luigi Leone, Francesca Romana Bergamo, Michele Ferrandino, doppia replica alle 18:30 e alle 20:30, presso la sala d’armi del Castello Lancellotti. Disponibile, per un numero massimo di 30 persone, il laboratorio enogastronomico “Ad occhi chiusi: alla ricerca dei sapori fantasma”, per interagire con prodotti particolari e assaggiare cibi tematici collegati al tema del giorno.

Il 15 marzo un evento imperdibile dedicato alla locandiera di Goldoni: con un biglietto unico sarà possibile partecipare al laboratorio esperienziale enogastronomico “Locandiere 2.0, storie e sapori di donne”, vedere lo spettacolo, in una scenografia d’eccezione, e vivere una sala d’armi tramutata, per l’occasione, nella Locanda di Mirandolina.

Il 16 marzo in scena Femmine, con Nunzia Schiano e Myriam Lattanzio, diretto da Niko Mucci, doppia replica alle 18:30 e alle 20:30, presso la sala d’armi del Castello Lancellotti. Disponibile, per un numero massimo di 30 persone, il laboratorio enogastronomico “Sapore di donna: se la donna fosse un piatto”, per interagire con prodotti particolari e assaggiare cibi tematici collegati al tema del giorno.

Il 17 marzo “C’era una volta: fiabe in musica”, a cura dell’associazione Orchestriamo, diretta da Antonio Ferraro, un viaggio tra le note e la poesia delle favole in uno scenario d’incanto, perfetto per fanciulli di ogni età, doppia replica alle 18:30 e alle 20:30, presso la sala d’armi del Castello Lancellotti. Disponibile, per un numero massimo di 30 persone, il laboratorio enogastronomico “coccole fatate: le ricette delle fiabe”, per interagire con prodotti particolari e assaggiare cibi tematici collegati al tema del giorno.

Tutte le informazioni necessarie alla prenotazione si trovano sul sito www.ildemiurgo.it altrimenti sarà possibile prenotare al 3270148209.