In occasione delle  Giornate Europee del Patrimonio 2020 (European Heritage Days) la  Biblioteca Nazionale Vittorio Emanuele III di Napoli riprende anche le attività di promozione culturale e di valorizzazione dei fondi posseduti e propone domenica 27 settembre (ore 10-14) un'apertura straordinaria per far conoscere ad un pubblico più ampio il patrimonio librario  della biblioteca e far  ammirare le monumentali sale che ospitano la biblioteca. In particolare si potranno visitare il maestoso Salone di Lettura con decorazioni in stucco ed oro e le storiche sale  splendidamente affrescate, destinate dai Borbone a Saloni delle feste, e si potranno ammirare gli allestimenti originali riportati nelle immagini di splendidi manoscritti acquerellati.  

Nello spirito dell’edizione 2020  delle Giornate Europee del Patrimonio  dedicate alla formazione promossa  attraverso il patrimonio culturale il percorso di visita conduce i visitatori tra storia e memoria attraverso una narrazione il cui filo conduttore sono preziosi manoscritti, autografi, pregiate incisioni, codici  di straordinaria fattura. In Sala Rari  saranno esposti  testi rari significativi  della  rilevanza del ricco patrimonio conservato nella biblioteca napoletana. Un tuffo nella Storia di Napoli, nella sua cultura ed iconografia. Ai testi originali saranno affiancate le  riproduzioni anastatiche di alcuni dei manoscritti ,  cartine geografiche,  incisioni e litografie  che i visitatori potranno sfogliare  per conoscere e vivere l’emozione  che le opere antiche ci tramandano nel presente .

Il percorso di visita prende il via dalla monumentale opera seicentesca, dal rilevante valore scientifico,  del noto cartografo  Mario Cartaro realizzata in collaborazione con Antonio Stigliola  famoso erudito e scienziato nolano, con le splendide immagini del Regno di Napoli. Si prosegue attraverso le strade e le Vedute  della Napoli del seicento nelle perfette  incisioni di Cassiano de Silva,  per poi addentrarsi nella vita popolare a Napoli nell’ottocento raffigurata dal pittore svedese Carlo Lindström, con  splendidi disegni che riprendono i costumi tradizionali del popolo napoletano e alcune scene di vita popolare.

Le suggestive  immagini del diplomatico e vulcanologo britannico sir William Douglas Hamilton  alla la fine del XVIII secolo, ambasciatore inglese presso la corte di Napoli dove assistette alle eruzioni del Vesuvio del 1777 e del 1779, ci preparano a vivere  l’emozione  di affacciarsi dalle terrazze prospicienti il mare,  con vista mozzafiato sul golfo di Napoli dominato dal Vesuvio .

L’ingresso in biblioteca (gratuito)  sarà consentito esclusivamente su prenotazione ed in sicurezza a piccoli gruppi. È obbligatorio l’uso delle mascherine. Prenotazione sul sito della Biblioteca.