“Dopo l’accordo tra Confindustria e parti sociali sulla possibilità di vaccinare nei luoghi di lavoro, G.E. Avioaero figura tra le aziende che hanno comunicato la propria adesione e confermato la disponibilità di spazi e personale per i tre principali siti italiani: una notizia che ci inorgoglisce”. Lo rendono noto Pino Desio e Luigi Raiola della Rsu Failms Confsafi di G.E. Avio Aero.

“Dopo le criticità iniziali emerse nella gestione della pandemia, il sito di Pomigliano D’Arco – hanno aggiunto - è riuscito a mettere in campo un ‘Protocollo di Sicurezza Covid-19’ assolutamente esemplare, frutto di un lavoro quotidiano di tutto il comitato, basato su una forte sinergia e comunanza di intenti tra la parte aziendale e quella sindacale”.

“L’adesione al protocollo nazionale per l’attivazione del punto vaccinale nella nostra azienda è il risultato finale e più alto, che abbiamo meritato, insieme ai lavoratori, per tutto l’impegno profuso”.

“La possibilità per i dipendenti Avio Aero di potersi vaccinare nella loro azienda, magari avendo la possibilità di somministrare le dosi anche alle loro famiglie, rafforza certamente quel senso di appartenenza che da anni si era trascurato e sul quale bisogna, invece, investire”.

“Cogliamo con soddisfazione – affermano Desio e Raiola - la comunicazione dell’Amministratore Delegato, Riccardo Procacci, e con lui facciamo un appello al Governo e alle Regioni affinché mettano a disposizione i vaccini nel più breve tempo possibile”.

Con il piano vaccinale in azienda e con il rispetto del ‘Protocollo di Sicurezza Covid-19’, l’azienda deve ritornare quanto prima ai volumi produttivi di alcuni anni fa, anche per eliminare alcune criticità sulla gestione della Cig, che sta creando non pochi problemi tra i lavoratori”.