NAPOLI - “L’innovazione è sempre stata il vero motore di sviluppo dell’economia coinvolgendo tutte le persone, prima ancora delle aziende e dei ricercatori, così come afferma anche il premio Nobel Edmund Strother Phelps.

Per sua natura, le società civili si evolvono in continuazione e le trasformazioni sono incessanti da sempre. Da qui l’idea del progetto che mira a coinvolgere e supportare giovani imprenditori nello sviluppo di Start Up Innovative”.

Lo ha detto oggi Maurizio Turrà (capofila del Progetto “S.I.S.T.E.M.I.S. -Sviluppo e Innovazione nei Settori Trainanti dell’Economia Meridionale dell’Industria e dei Servizi- che vede tra i partner il Polo di Eccellenza della Campania, Confindustria Caserta e l’Agenzia per il lavoro Apl Network), nel corso della conferenza stampa di presentazione del convegno "L'innovazione di prodotti e processi nel settore aeronautico ed automotive e le tecnologie abilitanti dell'industria 4.0" che si terrà domani giovedì 16 giugno alle ore 11,00 al centro congressi del Museo di Pietrarsa, nell’ambito del Wmd (Word Metrology Day) a cui parteciperanno organizzazioni e imprese protagoniste dell’innovazione tecnologica italiane.

“Il progetto, che coinvolgerà anche giovani della Campania, dopo aver offerto una panoramica sulle possibilità di autoimpiego (business idea; procedura di costituzione di una impresa; business Plan e pianificazione finanziaria; momenti di confronto con imprenditori ed esperti di settore; strutturazione di start-up; business acceleration) - ha aggiunto Turrà - offrirà ai partecipanti tre diversi focus specialistici innovativi: Ecosistema Aerospaziale ed applicazioni civili anche con tecnologie a pilotaggio remoto; Tecnologie innovative e prospettive nei settori meccanici ed automotive e robotica; ICT: Innovazione Digitale ed interconnessione diffusa: applicazioni specialistiche e di massa; cibersicurity; Intelligenza artificiale.

Le più grosse imprese di successo mondiali (Apple, Microsoft, Amazon, Tesla ecc.)  hanno avuto in comune fondatori intraprendenti, visionari, tenaci, determinati; tutti loro però hanno affrontato rischi e subito subito iniziali sconfitte ed insuccessi, salvo poi rialzarsi e volare verso il successo.

Allo stesso modo tantissime imprese di cui, ahimè non ci si ricorda, non sono riuscite a sopravvivere alle difficoltà ed imprevisti.

Proprio per questo è fondamentale un affiancamento iniziale che possa prevedere e, per quanto possibile, limitare i rischi di start up e di crescita ed affrontare il mercato con successo.

'Innamorarsi' delle proprie idee ci porta ad enfatizzare solo una parte degli scenari futuri e sottovalutare il vero rischio di impresa.  

E’ sempre necessario – ha concluso  Turrà - bilanciare la innovazione, la rapidità e la intraprendenza con una attenta pianificazione di sviluppo con una visione organizzativa, finanziaria e strategica di medio periodo”. 

Valeria Fascione (assessore regonale alla Ricerca, Innovazione, Startup) ha sottolineato che “la Regione Campania ha mostrato un preminente interesse verso i giovani e alla loro formazione personale e lavorativa. Dal 2015 ad oggi abbiamo riscontrato un'importante crescita nell'ambito delle startup campane.

Negli scorsi anni la Campania si posizionava in posti sfavorevoli nella classifica delle regioni con presenza di starup, quest'anno invece bisogna dire, con grande orgoglio, che la nostra regione è tra i primi posti in Italia.

La Campania si è sempre distinta per grande creatività; caratteristica che ritroviamo nelle nostre giovani imprese e di cui siamo orgogliosi.”

All’incontro parteciperanno Luigi Carrino (Presidente DAC), Claudio Zottola (Telespazio) e Mariangela Lombardi (Politecnico di Torino).