Di fronte ai cambiamenti climatici bisogna scegliere tra "la speranza" di un mondo migliore e la "resa" alle loro devastanti conseguenze. E' quanto ha detto il segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres, nel discorso di apertura a Madrid dei lavori della Cop25, la conferenza delle Nazioni Unite sul clima. "Vogliamo veramente passare alla storia come la generazione che si comportata come lo struzzo, mentre il mondo bruciava?", ha detto ancora Guterres.

Al vertice nella capitale spagnola sono presenti i negoziatori di 200 paesi. Sul tavolo le misure da adottare per raggiungere l'obiettivo concordato con l'Accordo di Parigi per limitare il riscaldamento globale.

La due settimane di conferenze si aprirà con il passaggio di consegne alla presidenza a Carolina Schmidt, ministro dell'Ambiente del Cile, paese in cui originariamente si sarebbero dovuti tenere i lavori. Schmidt ha definito il vertice che si apre oggi "la Cop della messa in atto", alludendo all'attuazione delle decisioni prese a Parigi.