"Siamo avanti, quindi abbiamo il mandato per formare un governo". A rivendicarlo è stato il segretario generale della Spd, Lars Klingbeil dopo i primi exit pool sulle elezioni 2021 in Germania per il rinnovo del Bundestag. "Olaf Scholz ha scosso questa campagna elettorale. Ora vogliamo usare questo risultato per lottare affinché Scholz diventi Cancelliere", ha aggiunto. "La Spd è tornata. Stasera festeggeremo, domani vedremo come riuscire a mettere insieme un governo stabile". Quanto a una possibile coalizione: "Domani discuteremo di come procedere".

"Aspettiamo risultati definitivi, poi al lavoro prima possibile" ha detto il candidato della Spd Olaf Scholz aggiungendo che "gli elettori mi vogliono cancelliere". Scholz si è rallegrato "per il grande successo" del suo partito.

"Grazie ad Angela Merkel per il suo lavoro eccellente". Ha iniziato così il suo intervento Armin Laschet, presidente Cdu e candidato dell'Unione alla cancelleria. "Sono stati 16 anni positivi per la Germania". "Non possiamo essere soddisfatti di questi risultati, sarà una serata molto lunga. Sapevamo che sarebbe stata una corsa dura".

"No a un governo federale guidato dalla sinistra" ha scandito il candidato cancelliere Laschet, parlando davanti ai militanti dell'Unione. Ogni voto per l'Unione è contro un "governo guidato dalla sinistra", ha affermato, assicurando che "faremo tutto ciò che è in nostro potere per formare un governo federale sotto la guida dell'Unione", ha proseguito, ipotizzando una coalizione formata da tre partiti. Se i numeri degli exit poll saranno confermati quello di oggi è il risultato peggiore della storia per l'unione Cdu-Csu. Non a caso il segretario generale della Cdu ha parlato di "un risultato amaro".

"Questa è una serata deludente per noi oggi, questo è molto chiaro" dice anche Dietmar Bartsch, copresidente del partito Die Linke al Bundestag, parlando con Ard. "Il fatto è che non rappresentiamo più gli interessi dell'Est. Se veniamo screditati come incapaci di governare, allora questo spaventa molti, soprattutto nell'est".

Numeri "fantastici". Così la candidata dei verdi alla cancelleria, Annalena Baerbock, ha commentato i primi dati del voto di oggi, che assegnano ai Grunen circa il 15% dei consensi. "Abbiamo un mandato per il futuro", ha commentato, parlando ai militanti e sottolineando la necessità di "un governo per il clima". La Baerbock ha tuttavia ammesso che nel corso della campagna elettorale sono stati fatti errori. "Volevamo di più - ha detto la candidata dei Verdi - non lo abbiamo raggiunto, anche a causa di nostri errori all'inizio della campagna elettorale, miei errori".

"La Fdp ha ottenuto uno dei migliori risultati elettorali della sua storia" ha detto il leader del partito Liberale (Fdp), Christian Lindner. "Inoltre, per la prima volta la Fdp ha ottenuto un risultato a due cifre in due elezioni federali consecutive".

EXIT POOL

Le prime proiezioni diffuse dall'emittente Ard confermano il testa a testa tra la Spd, al 24,9% e la Cdu-Csu al 24,7%. Al terzo posto i verdi con il 14,8%, poi l'Afd con l'11,3%, i liberali all'11,2% e la Linke al 5%.