In otto tra medici e infermieri andranno a processo con l'accusa di negligenza al termine delle indagini svolte sulla morte di Diego Armando Maradona avvenuta il 25 novembre 2020 in Argentina. Lo ha reso noto la magistratura argentina. Secondo l'accusa, la morte del campione sarebbe stata conseguenza delle “omissioni" di chi lo aveva in cura, che lo avrebbe abbandonato al suo destino durante la degenza a casa. 

Gli otto sono il neurochirurgo Leopoldo Luque, la psichiatra Agustina Cosachov, lo psicologo Carlos Díaz, la coordinatrice delle cure domiciliari Nancy Forlini, il coordinatore degli infermieri Mariano Perroni, gli infermieri Ricardo Omar Almirón e Dahiana Gisela Madrid e il medico Pedro Di Spagna.