Ammonterebbero a 27.900 le perdite fra le fila russe dal giorno dell’attacco di Mosca all’Ucraina, lo scorso 24 febbraio. Lo rende noto il bollettino quotidiano dello Stato Maggiore delle Forze Armate ucraine, appena diffuso su Facebook, che riporta cifre che non è possibile verificare in modo indipendente.

Secondo il resoconto dei militari ucraini, a oggi le perdite russe sarebbero di circa 27.900 uomini, 1.235 carri armati, 3.009 mezzi corazzati, 578 sistemi d'artiglieria, 198 lanciarazzi multipli, 90 sistemi di difesa antiaerea. Stando al bollettino, che specifica che i dati sono in aggiornamento a causa degli intensi combattimenti, le forze russe avrebbero perso anche 201 aerei, 167 elicotteri, 2.109 autoveicoli, 13 unità navali e 436 droni.

229 bambini uccisi e 423 feriti da inizio guerra - Sono 229 i bambini rimasti uccisi e 423 quelli feriti dall'inizio dell'attacco russo in Ucraina, lo scorso 24 febbraio. Lo rende noto l'ufficio del Procuratore generale ucraino, precisando che la maggior parte delle vittime si registra nelle regioni di Donetsk, di Kiev e di Kharkiv.

Il comunicato precisa che 1.772 istituzioni educative sono state danneggiate dai bombardamenti, 161 delle quali sono state completamente distrutte.