La Russia è ''totalmente impegnata'' a evitare che venga combattuta una guerra nucleare. Lo ha detto la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova nel corso di una conferenza stampa, sottolineando che la posizione di Mosca in merito non è cambiata.

Quanto all'indagine sulle cause che hanno portato alle rotture dei gasdotti Nord Stream 1 e 2 , è "impensabile" che possa procedere senza la Russia, ha dichiarato Zakharova, secondo cui "questo ci fa pensare che l'Occidente abbia qualcosa da nascondere". La portavoce del Cremlino ha ricordato come in passato sia accaduta una cosa simile nell'inchiesta sul Boeing della Malaysia Airlines, che aveva visto la Malesia a lungo esclusa dalle indagini.

Intanto la Russia si aspetta che la comunità internazionale imponga altre sanzioni. Lo ha detto lo stesso presidente Vladimir Putin in un discorso televisivo durante un incontro con funzionari di governo, sottolineando che la domanda nei consumatori in Russia resta bassa.