Nessuno vuole assistere allo scoppio di una terza guerra mondiale. Si è espresso così, secondo dichiarazioni riportate dalla Cgtn, il portavoce del ministero degli Esteri di Pechino, Wang Wenbin, a più di due mesi dal conflitto in Ucraina a seguito dell'invasione russa, che il gigante asiatico non ha mai condannato. "Tutte le parti - ha detto - dovrebbero sostenere il dialogo e i negoziati per evitare un'escalation del conflitto, evitare che l'Europa e il mondo paghino un prezzo maggiore".