''L'Unione europea è pronta a discutere un tetto per il prezzo del gas per produrre elettricità''. Lo ha detto la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen intervenendo al Parlamento europeo riunito in plenaria per discutere gli ultimi sviluppi della guerra in Ucraina. Il presidente russo Vladimir ''Putin ha usato l'energia come arma, causando difficoltà economiche e sociali. Le misure che abbiamo messo in atto ci forniscono un primo cuscinetto di protezione. Ora faremo un passo avanti per affrontare l'aumento dei costi energetici'', ha detto von der Leyen.

''L'Unione europea non intende pagare qualsiasi prezzo per il gas'' e suggerisce di ''puntare sull'acquisto comune del gas''. Un ''primo passo verso una riforma strutturale del mercato energetico'', ha dichiarato la presidente della Commissione europea.

Von der Leyen ha denunciato ''una nuova escalation'' della guerra in Ucraina puntando il dito contro ''la prima mobilitazione lanciata da Putin in Russia dalla seconda Guerra Mondiale''. Putin sta ''trattando centinaia di migliaia di giovani russi come carne da cannone'' ha affermato.