di Mario Pepe

NAPOLI. Dalla Campania arriva un sonora bocciatura per il Governo. «Mi sembra evidente che ci sia un grave momento di crisi istituzionale ed economica nel nostro Paese - dice il sindaco diNapoli, Luigi de Magistris-.Evidentemente si sono fatti molti annunci, molta propaganda e alla prova dei fatti stiamo all’apparente gioco delle tre carte nei luoghi di vertice del Governo.Questa immagine un po’ tragedia, un po’ commedia di cosa è accaduto a Palazzo Chigi sul condono la dice tutta non tanto sulla dialettica politica ma sul crollo dell’immagine istituzionale del nostro Paese». Sarcastico il governatore Vincenzo De Lucache, prima del Consiglio dei ministri, commenta: «Siamo tutti nella trepidante attesa di conoscere fra i due ministri chi è il mentitore e chi lo scemo. Uno lo acchiappiamo». Dure critiche anche da Forza Italia. «Tutta la tensione si scaricherà contro il Mezzogiorno. Basti vedere che i fatti. Su una cosa di buonsenso come la Rc auto uno propone e l’altro stoppa. E così come sulla vicenda del condono. Questo è il peggiore governo per il Mezzogiorno» dice Paolo Russo, responsabile per le Politiche del Mezzogiorno del partito di Berlusconi. Mara Carfagna, parlamentare e consigliere comunale di Napoli, parla di «surreale rissa che paralizza il Paese, ne scredita pesantemente la reputazione e getta nel cestino i sacrifici fatti dagli italiani in questi anni. Sono inadeguati e pericolosi. Uno spettacolo così indecente è inaccettabile». 

CONTINUA A LEGGERE SUL GIORNALE ONLINE