NAPOLI. "Noi, nonostante i Governi che si sono succeduti in questi anni, abbiamo scongiurato il dissesto del Comune di Napoli e sono convinto che fino alla fine della nostra esperienza lo scongiureremo". Lo ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, intervenuto questa mattina a Radio Crc, chiamato a commentare quanto dichiarato da Nicola Oddati, componente della segreteria nazionale del Partito democratico ed ex assessore della Giunta Iervolino, che in un'intervista al Mattino ha auspicato la dichiarazione di dissesto da parte di de Magistris. "I Governi che si sono succeduti in questi anni, diversi anche a guida del partito di Oddati - ha aggiunto de Magistris - hanno portato i Comuni sull'orlo del dissesto. Oddati, invece di auspicare il dissesto, dovrebbe a mio avviso darci una mano per scongiurare che, in un periodo così grave del nostro Paese, Comuni come Messina, Reggio Calabria, Napoli o Torino vadano in dissesto. Questo chiedono i sindaci e i cittadini, non lotte politiche inqualificabili che sono all'ordine del giorno". Secondo de Magistris; "mentre discutiamo dei problemi della città, ci sono politici e politicanti che si incontrano in cenacoli più o meno visibili e tramano per sconfiggere in maniera assolutamente opaca esperienze amministrative e politiche, lavorano per far fallire Comuni, non fanno passare norme che hanno i pareri favorevoli dei Ministeri e dell'Anci, cercando di mettere in ginocchio realtà del Sud e magari sono politici del Sud che si riempiono la bocca del nulla mischiato al niente. Vogliono mettere in difficoltà i sindaci e fare una politica che non ha nulla a che vedere con gli interessi dei cittadini", ha concluso de Magistris.