ROMA. L’esame del Def da parte del Consiglio dei ministri terminerà venerdì mattina con l’approvazione. Ad annunciarlo è il premier Matteo Renzi. «Non ci sono tagli e non c’è aumento tasse. Capisco che non ci siate abituati ma è così», spiega il capo del Governo. «Le statistiche di autorevoli istituti ci dicono che gli 80 euro sono in realtà un aumento di tasse, perché vengono considerate come prestazioni. Questo dà fiato alle trombe di chi dice che c’è un aumento delle tasse, ma chi sta a casa sa che non è così, i cittadini sanno che non è così - spiega -. La riduzione della pressione fiscale con il bonus degli 80 euro è strutturale». E ancora: «Un giornalista incontentabile potrebbe chiedere “quante tasse avete ridotto con questo Def”? Nel 2015 ne abbiamo ridotte per 18 miliardi di euro: 10 dagli 80 euro e 8 dai provvedimenti sul lavoro. Dobbiamo aggiungerci anche i 3 miliardi di clausole di salvaguardia che abbiamo disattivato».