NAPOLI. «Il presidente De Luca assume atteggiamenti un po' schizofrenici». Lo ha detto il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, intervistato a "Centocittà" su Radio 1, in merito alla stretta voluta dal governatore campano Vincenzo De Luca sull'uso delle mascherine, con multe fino a mille euro per gli esercizi commerciali all'interno dei quali viene sorpreso un dipendente o un cliente senza mascherina sul volto.

«De Luca - ha aggiunto de Magistris - continua a sostenere che dopo le 22 non puoi prendere un gelato all'aperto ma puoi prenderlo all'interno del locale, quando qualsiasi virologo dice che è più sicuro all'aperto che al chiuso. Abbiamo discoteche con mille persone una addosso all'altra e poi si sanziona con 30 giorni di chiusura un negozio nel quale magari per un momento la commessa ha la mascherina abbassata, il che è sbagliato, ma manca la proporzionalità».

Secondo de Magistris «le campagne elettorali non aiutano e non aiuta il fatto che a settembre si vada a votare in molte Regioni e così anche il Covid diventa campagna elettorale. Purtroppo i sindaci e le Regioni complessivamente in questa vicenda non hanno avuto buoni rapporti: i sindaci sono stati lasciati nell'angolo e i presidenti di Regione sono stati trasformati in monarchi, e qualcuno è diventato anche tiranno».