"Dopo aver ascoltato e verificato le rispettive posizioni, si conferma il provvedimento della sospensione per i deputati Elena Murelli e Andrea Dara". Lo rende noto il capogruppo della Lega alla Camera Riccardo Molinari. Entrambi i deputati - si legge in un comunicato - hanno percepito il bonus Inps di 600 euro previsto per i titolari di partita Iva. "Pur non avendo violato alcuna legge - dice Molinari - è inopportuno che parlamentari abbiano aderito a tale misura e per questa ragione abbiamo deciso e condiviso con i diretti interessati il provvedimento della sospensione. E' comunque incredibile che i vertici dell'Inps non abbiamo versato ai lavoratori che aspettano da marzo quanto dovuto e che abbiano invece versato a chi non era in difficoltà. In qualsiasi altro Paese i parlamentari sarebbero stati sospesi ma il presidente dell'Inps sarebbe stato licenziato".

Bonus, venerdì audizione Tridico alla Camera

La sede in cui sarà affrontato il caso dei deputati che hanno richiesto il bonus partite Iva è l’audizione del presidente dell’Inps in commissione Lavoro. L'audizione si terrà venerdì alle 12, in videoconferenza. In quella sede Pasquale Tridico risponderà ad eventuali domande sui deputati che hanno chiesto il bonus di 600 euro.

 

"D'accordo con i componenti dell'Ufficio di Presidenza della commissione Lavoro, ho chiesto e ottenuto dal presidente della Camera Fico l'autorizzazione ‎a svolgere l'audizione del presidente dell'Inps Pasquale Tridico il prossimo venerdì 14 agosto alle 12. L'audizione -spiega la presidente della commissione, Debora Serracchiani - verterà sulle modalità di richiesta e liquidazione del bonus in favore dei lavoratori autonomi, sulle categorie di destinatari di tale bonus nonché sulle relative attività di monitoraggio, vigilanza e controllo dell'Inps. L'audizione si svolgerà in videoconferenza, alla presenza dell'Ufficio di Presidenza allargato‎ ai rappresentanti dei gruppi".

"La commissione Lavoro della Camera dei deputati audirà venerdì alle 12 il presidente dell’Inps Pasquale Tridico. Questa è la sede parlamentare opportuna in cui affrontare la vicenda dei deputati che hanno richiesto il bonus partite Iva nei mesi scorsi. I deputati potranno dunque porre tutte le domande necessarie per fare definitivamente chiarezza su quanto accaduto" sottolinea il presidente della Camera, Roberto Fico. "L’ho ripetuto in questi giorni: i parlamentari che avrebbero chiesto e ottenuto il contributo destinato a professionisti e lavoratori in difficoltà - ribadisce Fico - dovrebbero scusarsi e restituire quanto percepito. È una questione di opportunità, dignità e rispetto, nonché di consapevolezza del ruolo che si ricopre".