ROMA. «Senza le donne, l'Italia sarebbe più povera e più ingiusta. Siete il volto prevalente della solidarietà. Il volto della coesione sociale. A voi, una società non bene organizzata affida il compito, delicato e fondamentale, di provvedere in maniera prevalente all'educazione dei figli e alla cura degli anziani e dei portatori di invalidità. Lo fate silenziosamente, a volte faticosamente». Lo ha affermato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, celebrando al Quirinale la Giornata internazionale della Donna. «Su di voi - ha detto ancora il Capo dello Stato - grava il peso maggiore della crisi economica». In occasione della cerimonia il Capo dello Stato e il ministro dell'Istruzione hanno premiato i vincitori dell'VIII concorso nazionale "Terra è donna", bandito dal ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca per le scuole di ogni ordine e grado. Per l'occasione l'ingresso del Quirinale è ornato da mimose e la guardia d'onore è costituita da personale femminile del Corpo forestale dello Stato.