Il nome di Elisabetta Belloni sale alla ribalta nelle elezioni per il presidente della Repubblica. La diplomatica, ora alla guida del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza, tra news e dichiarazioni sembra scalare le gerarchie tra i candidati al Quirinale. L'ex segretario generale della Farnesina viene accostato alla rosa estesa del centrodestra, dove trova spazio anche il costituzionalista Sabino Cassese

Dal Pd l'ipotesi della Direttrice generale del Dis viene giudicato come un nome "plausibile" che rientra nei criteri indicati e ribaditi da Enrico Letta anche ieri nell'assemblea dei grandi elettori dem.

"Noi non ci mettiamo a fare il giochino dei veti, il tema è arrivare al momento del confronto. Questo è il punto. Non in questo momento non ci mettiamo a impallinare nomi se rispondono a criteri che abbiamo indicato. Il punto è arrivare al momento del confronto e poi vediamo", dicono fonti parlamentari dem. Parlando con diversi big dem in Transatlantico la sensazione è che ancora tutto è molto aperto. "Ogni due ore circola un nome diverso...".

"Belloni? Ma vi sembra normale che ogni giorno si faccia un nome nuovo? Ormai senti nomi tirati lì senza nessuna discussione politica", dice Matteo Renzi. "I nomi li faccio nelle sedi opportune", la risposta del leader M5S Giuseppe Conte. "Belloni? Non giochiamo a bruciare nomi...", dice il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio.