"Io sono a disposizione perché la mia, la nostra Napoli vive un momento di difficoltà senza precedenti e il suo futuro non può essere deciso sul tavolo da gioco della tattica politica".

Lo scrive Sergio  D'Angelo, presidente di Gesco (gruppo di imprese sociali) e commissario di Abc Napoli (azienda idrica del Comune di NAPOLI), che in un post pubblicato sulla sua pagina Facebook, ringrazia il "gruppo spontaneo di sostenitori" che ha firmato "i manifesti apparsi in tutta la città che chiedono la mia candidatura a sindaco alle prossime amministrative.  

"Sono un uomo che crede da sempre nel valore della partecipazione - aggiunge D'Angelo - e nel fatto che non può esserci dibattito sano sul futuro di una città se manca il coinvolgimento delle reti civiche, dei movimenti sociali, dei comitati in difesa dell'ambiente, insomma di tutto quell'ecosistema di esperienze che è il sale della democrazia di ogni territorio". 

Secondo D'Angelo, "dallo stallo in cui ci ritroviamo a pochi mesi dalle elezioni, senza candidati inclusivi o credibili e, di conseguenza, senza programmi, si può uscire solo valorizzando davvero le donne e gli uomini che disinteressatamente ogni giorno si sporcano le mani per cambiare le cose. Se il mio nome può essere un incentivo per un'inversione di rotta ne sono contento. Ma questo non è più il momento delle fughe in avanti, di candidature solitarie". 

"Adesso - conclude D'Angelo - bisogna decidere e per questo mi rivolgo alle forze democratiche della nostra città perché credo davvero che sia arrivato il momento di cominciare a disegnare a tante mani il progetto della Napoli di domani".