Gigi D’Alessio trova ad accoglierlo una Piazza Plebiscito gremita in ogni ordine di posto, l’imponente palco attraversa quasi l’intera piazza guardando verso Palazzo Reale, dove le otto statue di Re che ne adornano il profilo, si godono il concerto di un altro re (nelle foto di Angelo Orefice). Non possiamo definirlo in altro modo, Gigi fa parte di quella ristretta cerchia di artisti “Re di Napoli”. Qualcuno non c’è più, Pino, Massimo, Eduardo, si gustano lo spettacolo dall’alto, mentre qualche giovane “Giovane Principe” con tutte le carte in regola questa sera sarà sul palco insieme a D’Alessio. Quando le luci si spengono il boato è frastornante… “Non mollare mai” la esegue dal palco al centro della piazza mente sul palco principale ci sono Guè, Clementinl e Geolier. “O posto d’Annare” infiamma immediatamente il pubblico prima di abbassare il ritmo con “Si te sapesse dicere”. “Nu dispietto” arriva sul palco, sensualissima, Elodie rivelando cosi la voce misteriosa che in tanti hanno cercato di capire dall’uscita del brano… la cantante romana resta sul palco con Gigi per eseguire “Io vorrei” sulle cui note arriva anche la terza voce di questo brano Ernia, per poi salutare il pubblico napoletano con “Magica Storia”. “Senza tuccà” fa esplodere la piazza quando sul palco sale Geolier… il pubblico canta il brano con passione, sulle note di “Brivido” è Guè che arriva duettare con D’Alessio che si l’sposta al piano per poi salutare Guè proseguendo con “Chiagne” insieme ad Emanuele. Sulle note di “Quanti amori” è Umberto Tozzi a salire ad arrivare in piaazza Plebiscito, Gigi lo accoglie da perfetto padrone di casa per poi accompagnarlo nell’esecuzione di “Tu” e “Gloria” che il pubblico applaude con intensità. Dopo “Di notte” e “Campagna mia” sale sul palco Annalisa i due artisti giocano duettando sui brani di sulle note di “Annarè”, “Sinceramente”, “Mon amour”. “Non dirgli mai” è cantata con amore, passione, calore da tutta la piazza mentre Gigi suona in silenzio il piano lasciando cantare i suoi fans. Gigi ritaglia un “momento di intimità” con il suo pubblico eseguendo una selezione di brani storici partendo da “Un cuore ce l’hai” passando per “Le mani” e “Insieme a lei” fino ad “Ora”. Diverte la gag con Francesco Cicchella che sale sul palco travestito da Liberato, pronto a svelare la sua identità per poi invece svelare la “truffa” ai danni di Gigi per essere anche lui in piazza. I due giocano divertendosi e divertendo il pubblico, mischiando Gigi e Michael Jackson, citando Stevie Wonder, e “O sole mio” in chiave swingz I The Kolors si scatenano su “Chiove” di Gigi per poi eseguire le loro “Un ragazzo e una ragazza”, “Italo Disco”. La nuova “Fra” e la classica “Sei importante” sono due brani che tocca il cuore della piazza. La serata scivola via con piacere, “Il cammino dell’età”, “Anna se sposa” “Meza Bucia” “30 Canzone” sono brani indimenticabili del repertorio del cantautore. Emozionante l’arrivo sul palco di LDA, padre e figlio cantano insieme “Primo appuntamento”, nella versione riarrangiata da Luca e “Rosso Lampone”. “Miele” è cantata in coro da tutte le voci presenti. Clementino sale sul palco per il brano “Come suena el corazon”. I bis “Fotomodelle”, “Sotto le lenzuola” e in ultima “Buongiorno” chiudono la prima di queste serate nel “salotto buono” della nostra città.