NAPOLI. Il cinema italiano riparte dalla Campania, esce “Ammen" di Ciro Villano (nella foto di Maurizio de Costanzo tra Rosa D'Amelio e Bruna Fiola) prodotto dalla “Green Film”: faro di speranza, segno di resilienza, voglia di ritornare. Il film, che ha visto il sostegno della Regione Campania, è stato presentato nella sede del consiglio regionale campano dalla presidente del Consiglio regionale Rosetta D'Amelio, e dalla consigliera regionale Bruna Fiola. «Sono fiero di poter dare inizio alla ripresa delle sale italiane - dichiara Ciro Villano, attore e regista - di aver creato un prodotto che può essere visto in tutta Italia ma che è stato creato in Campania. Avrei voluto solamente una maggiore sinergia prima locale - da parte degli addetti ai lavori - poi della stampa nazionale che, purtroppo, quando sente che é in uscita un prodotto cinematografico che giunge della Campania storce il naso, gira la faccia, dedicandoci pochissimo spazio. Ci sono ancora molti preconcetti nei confronti della cinematografia campana. Questo è davvero brutto, bisogna combattere il pregiudizio di coloro che dovrebbero gioire della ripresa del paese, della rinascita di una regione - che sia questa nel settentrione o  nel meridione - della buona riuscita di un prodotto a dispetto della città nella quale si è originato. Potremmo fare molto meglio se fossimo uniti prima a livello locale… poi a livello nazionale; se facessimo rete sfruttando la grande bellezza di tutto il Meridione all'interno anche di produzioni nazionali di ampio respiro. Allo stesso tempo sono fiero di essere campano, devo tutto alla mia regione e alla mia città. Non avrei potuto fare il medesimo lavoro se non fossi stato napoletano, se fossi stato torinese il mio umorismo non sarebbe stato il medesimo». «Aldilà della soddisfazione di poter esser parte del primo film che esce nelle sale dopo il Covid – dichiara il protagonista Maurizio Mattioli - devo farmi portavoce di un appello: Non possiamo fare in modo che il cinema e lo spettacolo diventi l'ultima ruota del carro dell'economia italiana. Diciamo la verità noi attori, quelli con un po' più di notorietà riescono a sopravvivere, hanno superato la pandemia con un altro spirito. Il mio appello è  per le migliaia di persone che sono dietro al cinema , dietro al teatro che hanno passato momenti indescrivibili. Abbiamo bisogno di un movimento unanime e allo stesso tempo ringrazio la regione Campania che ha dato segno di vicinanza, di grande  sensibilità nei confronti del mondo dello spettacolo». A Davide Marotta e Maurizio Mattioli è andato il ruolo di protagonisti. Tra gli altri attori figurano in “Ammen”, Elisabetta Gregoraci, nel ruolo della moglie del sindaco del paese, Tommaso Bianco, Gianni Parisi, tra i protagonisti dell’ultima serie di “Gomorra” , Simone Schettino, Ivan Boragine, Roberto Del Giudice e Rosaria De Cicco. Le musiche sono opera di Sal Da Vinci.