Cantare, recitare, ballare, fare acrobazie, incidere dischi, girare film, vincere trofei e raccogliere applausi: quante cose si possono fare solo perché... non si sa nuotare! Questo vale, almeno, per la carriera ricca di successi di Massimo Ranieri, 70 anni domani, cantante e attore, napoletano non solo all'anagrafe - con il nome di Giovanni Calone, quinto di una famiglia di otto figli, cresciuti tutti stipati in un'unica stanza - ma nell'animo, che proprio non sapendo nuotare si è dovuto 'piegare' da bambino a cantare su uno scoglio da cui non poteva scappare, per divertire i turisti, che poi ricambiavano con qualche monetina.

È il suo primo 'trionfo' popolare, che farà da prodromo all'incisione del primo disco di Gianni Rock (questo il suo primo pseudonimo artistico, 'In bocca due occhi e un nome' e 'Preghiera' i titoli dei due brani) che lo portarono fino a New York come 'spalla di Sergio Bruni, uno dei re della melodia partenopea nel mondo. Da lì, è tutta un'ascesa alla montagna della musica per Massimo Ranieri, suo nuovo nome d'arte: da Scala Reale, al Cantagiro con 'Pietà per chi ti ama'; dai sui primi Festival di Sanremo, al successo di 'Rose rosse' del 1969; da Canzonissima con 'Se bruciasse la città' al secondo posto e poi sul podio più alto nel 1970 con 'Vent'anni' e nel 1972 con 'Erba di casa mia', all'Eurofestival; fino al ritorno vincente a Sanremo nel 1988 con 'Perdere l'amore'.

Ma la carriera da attore - in teatro, al cinema, in tv - non è meno ricca di quella da cantante. Sale sul palcoscenico con 'L'anima buona di Sezuan' diretto da Giorgio Strehler, 'Pulcinella' e 'Liolà' per la regia di Maurizio Scaparro e al Sistina con la commedia musicale 'Rinaldo in campo' targata Garinei & Giovannini nel ruolo che fu di Domenico Modugno e poi il musical 'Barnum' rivelando grandi doti da acrobata e ancora 'Poveri ma belli' e 'Canto perché non so nuotare'.

E per il cinema, i l 'Metello' di Mauro Bolognini e 'Salvo D'Acquisto' con Enrico Maria Salerno, solo per ricordare due film. Sulla Rai ripropone le commedie di Eduardo De Filippo: 'Filumena Marturano', 'Napoli milionaria', 'Questi fantasmi', 'Sabato domenica e lunedì'. E conduce in tv il programma 'Sogno e son desto'. Una carriera da 'sogno' ma nella quale Massimo Ranieri, 70 anni domani, è ancora ben desto...