NAPOLI. Arriva oggi nei cinema "Alessandra – Un grande amore e niente più” di Pasquale Falcone, commedia sentimentale ambientata su un’isola fantastica che strizza l’occhio al musical realizzata tra Cilento, Costa D'Amalfi e Cava de’ Tirreni e prodotta da Pragma. Nel cast Sergio Muniz, Sara Zanier, Eleonora Facchini, Antonio Apadula, Giacomo Rizzo, Pietro De Silva, Rosaria De Cicco e la partecipazione speciale di Peppino Di Capri che esegue nel film una versione riarrangiata di “Un grande amore e niente più”, brano col quale vinse il festival di Sanremo nel 1973. Il cantante, insieme ai protagonisti e al regista del film saranno presenti in sala stasera per la “prima” al cinema Metropol di Cava de' Tirreni.

Falcone, come nasce il film “Alessandra”?

«Nasce da un’idea chiara ed un’ispirazione sincera. È una storia contemporanea che però potrebbe essere ambientata in qualsiasi periodo. Tre storie diverse, dove l’amore prevale su tutto, dove chi le racconta quasi è a disagio, perché a volte le storie d’amore sembrano banali. Ma così non è così».

Come è riuscito a coinvolgere un mito come Peppino di Capri?

«Tramite un suo agente e a molta faccia tosta. Lesse il copione e gli piacque molto. Capii che avrebbe collaborato quando mi disse “dammi del tu”».

Ci vuole tanto coraggio ad uscire in sala...

«Incoscienza, le produzioni indipendenti non sono tutelate in nessun modo, alcuni circuiti per proiettare i film chiedono anche un minimo garantito dalla produzione. Vogliamo chiamarlo “pizzo”?».

Come ha preso le limitazioni imposte dall’emergenza sanitaria?

«Con rispetto, ma molte sono assurde ed hanno colpito molto il mondo dei cinema e del teatro. E se penso ai trasporti valuto che sono limitazioni fatte senza criterio».

In questi mesi l’abbiamo vista sul set di un documentario, ce ne parla?

«Si tratta di “Vivi - la filosofia del sorriso”, un docufilm sul mondo dei villaggi turistici, dell’animazione. Racconta quaranta anni di vacanze Italiane con interviste a chi grazie alla “filosofia del sorriso” - regola numero uno di un animatore - ha avuto grande successo in campo artistico ed imprenditoriale. Una bella avventura iniziata a giugno tra mascherine, tamponi e distanziamento e che penso ultimeremo entro novembre. Sullo schermo contiamo di uscire a fine 2021, sperando sia tornata la tranquillità».