Una doppietta per tornare al Maradona. Ma non più da avversario. Walid Cheddira vorrebbe vestire lamaglia azzurra a partire dalla prossima stagione. I due gol realizzati domenica al “suo” Napoli sono stati importanti per il Frosinone ma hanno spento definitivamente i sogni di Champions della squadra partenopea. Ma non poteva fare diversamente. In questo momento il suo unico scopo è salvare i ciociari. Poi a giugno ritornerà alla base andando in ritiro a Dimaro Folgarida. Naturalmente l’ambizione è quella di rimanere senza dover andare nuovamente altrove. A decidere il suo futuro sarà naturalmente chi prenderà le redini in mano del mercato. Toccherà a Giovanni Manna accontentare il marocchino o comunicargli che dovrà fare l’attaccante altrove. Di certo le porte si potrebbero aprire visto che qualche cambio ci potrebbe stare. Per esempio Giovanni Simeone è desideroso di trovare più spazio e siccome la Lazio lovorrebbe allora si potrebbe liberare un posto. Ed ecco che Cheddira, di proprietà del Napoli, avrebbe la possibilità di entrare a far parte della rosa partenopea. Certo, a parte Manna, anche il futuro allenatore stilerà lasua lista di calciatori che serviranno nel gruppo. Ma Cheddira è uno che i gol li sa fare. Di sicuro non potrebbe andare a sostituire Osimhen ma come bomber di scorta non sarebbe male. D’altronde De Laurentiis l’ha comprato perché conosceva il suo valore. A giugno poi si dovrà ridisegnare il Napoli e molti soldi dovranno essere investiti. Ma ci sono calciatori di proprietà in giro per la Serie A che torneranno alla base. Alcuni sono bravi ma dovranno sempre confrontarsi con una grande piazza. Cheddira non dovrebbe avere troppi problemi per integrarsi. A Bari è stato molto bravo e con i suoi gol era quasi riuscito a portare i galletti nella massima competizione italiana. Poi è stato acquistato dal Napoli e i pugliesi hanno segnato poco e oggi si ritrovano nei bassifondi della classifica avendo cambiato ben quattro allenatori. Non resta che aspettare le ultime sei partite, magari salvando il Frosione, per poter poi giocarsi le proprie chance in maglia azzurra.