Ben otto reti nella sifda dell'Olimpico tra Lazio e Benevento, valida per la trentunesima giornata del campionato di Serie A. Il match termina infatti sul 5-3 in favore dei biancocelesti al termine di una partita pirotecnica. I padroni di casa mettono le cose in chiaro fin da subito, andando a riposo in vantaggio per 3-1 (autorete di Depaoli e gol di Immobile e Correa, per i sanniti in rete Sau). Ad inizio ripresa una seconda autorete, quella di Montipò, sembra mettere definitivamente il sigillo sulla gara, tuttavia gli stregoni non mollano e continuano a lottare. Al minuto 55 Immobile sbaglia un calcio di rigore e poco dopo Viola trova proprio dagli undici metri il gol del 4-2 che accorcia le distanze. Cinque minuti più tardi Lapadula si vede annullare una rete ma all'85° è Glik a siglare il 4-3 e a dare inizio ad un finale al cardiopalma. La Lazio vacilla ma riesce ugualmente a resistere trovando la via del gol per la quinta volta al 96° con Immobile e archiviando dunque la pratica. Al Benevento, autore dell'ennesima prestazione di livello della stagione, va il merito di averci creduto fino alla fine. Per i sanniti (momentaneamente sedicesimi a quota 30 punti, con cinque lunghezze di vantaggio sul Cagliari terzultimo) sarà però fondamentale rialzare subito la testa e tornare a macinare punti per scongiurare una retrocessione che sicuramente gli stregoni hanno dimostrato fin qui di non meritare.