La gara tra Leicester e il Napoli di Europa League in campo è stata bella e spettacolare, ma lo spettacolo sugli spalti e prima della gara non altrettanto. Sono avvenuti, infatti, come riporta la stampa inglese, violenti scontri tra i tifosi sugli spalti del King Power Stadium. Dopo il fischio finale, gli steward e le forze dell'ordine sono stati costretti ad intervenire per bloccare i sostenitori delle due squadre entrati a contatto. Scontri avvenuti anche prima della gara al di fuori dello stadio. Alla fine sono stati 12 gli arresti tra i sostenitori azzurri.

«È stato uno spettacolo patetico al termine di una bella gara in campo», ha scritto il Guardian, spiegando che un gruppo di tifosi di casa sugli spalti dopo il fischio finale si è scontrata con i tifosi del Napoli, con polizia e steward che hanno interrotto le scaramucce mentre le bottiglie sono state lanciate da persone di entrambe le parti in campo. L'Uefa indagherà sicuramente sull'accaduto», prosegue il Guardian.

Una situazione incandescente per diversi minuti prima che il piano allestito dalla polizia riuscisse a riportare la calma. D'altronde già prima del match c'erano state delle avvisaglie di possibili situazioni di tensione all'esterno dello stadio, con alcune risse per le strade della città inglese e lancio di pietre, mazze e altri oggetti contundenti. Ad ogni modo gli arresti dei tifosi napoletani sarebbero avvenuti all'esterno dello stadio dove la polizia ha provveduto ai fermi e a identificare una parte dei supporter napoletani.

A tarda notte le autorità locali hanno diffuso un comunicato nel quale si definisce «vergognoso» il comportamento di alcuni tifosi ospiti. In giornata verranno visionati i filmati degli incidenti per accertare se ci siano ulteriori responsabili.