L'azzurra Giorgia Bordignon ha conquistato un fantastico argento ai Giochi olimpici di Tokyo 2020 ed entra nella storia. La pesista azzurra, con un totale di 232 kg, ha chiuso al secondo posto nella categoria 64 kg, dietro alla canadese Charron (236). Seconda medaglia azzurra nella disciplina, dopo il bronzo di Mirko Zanni, la prima di sempre per una donna azzurra ai Giochi Olimpici.

"Come ci si sente a vincere l'argento a Tokyo 2020? Non lo so. Non lo so davvero. Non mi sono ancora resa conto di quello che ho fatto" ha detto Bordignon. Sui successi dell'Italia nel sollevamento pesi alle Olimpiadi, l'azzurra ha aggiunto: "Le cose stanno cambiando, c'è una nuova generazione, e ora chi sta vincendo sono le persone che stanno affrontando le loro paure, e se lo meritano pienamente".

"La medaglia della Bordignon? La sua medaglia non me l'aspettavo, in senso buono. Nel nostro sport c'è stata una rivoluzione e i risultati si vedono, la lotta contro il doping si vede e io non posso che essere contento perché avere iniziato questo ciclo di medaglie per me è questione di orgoglio" ha detto Mirko Zanni. "Prima azzurra sul podio? E' una emozione unica e devo dire che se lo è meritato, ha fatto una prova eccezionale in gara e inaspettata perché ha raggiunto un livello veramente alto e i risultati si vedono. Ora anche l'Italia può dire la sua", ha aggiunto Zanni che augura "il meglio a tutti quanti e spero che di risultati come questi ne arrivino altri perché ce lo meritiamo, dopo anni passati in secondo piano per colpa di questo maledetto doping ce lo meritiamo e ora ci andiamo a prendere quello che è nostro".