POZZUOLI. Carabinieri arrestano i nipoti del 44enne ferito. Erano sulla macchina dello zio con droga e pistola. I Carabinieri dell’aliquota Operativa di Pozzuoli durante attività investigative iniziate a seguito del ferimento a colpi d’arma da fuoco a una gamba e un polpaccio del 44enne Mario Varriale hanno tratto in arresto per detenzione e porto abusivo di arma da fuoco clandestina i suoi nipoti. Si tratta dei fratelli Salvatore e Luca Varriale, 24 e 18 anni, entrambi di Pozzuoli e già noti alle forze dell'ordine per danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale (il primo) e per rapina (il secondo). I due sono stati notati percorrere via Umberto Saba a bordo dell’auto dello zio e alla vista dei militari dell’Arma hanno tentato di guadagnare la fuga parcheggiando il veicolo (dopo averlo chiuso a chiave e gettato quest’ultima in un cassonetto dei rifiuti) e cercando di nascondersi tra le palazzine dell’insediamento di edilizia popolare.
Inseguiti e raggiunti, sono stati sottoposti a controllo. La chiave della vettura abbandonata in tutta fretta è stata recuperata. L’auto perquisita. Dentro c’era una vecchia pistola a tamburo calibro 5,5 (funzionante) senza matricola nonché 6 grammi di hashish e 1 di marijuana. Arrestati sono in attesa di rito direttissimo.