Accessibilità:
-A A +A
Print Friendly, PDF & Email

Le stucchevoli filippiche del saggista dai pochi libri

Opinionista: 

Roberto Saviano, il saggista dai pochi libri che hanno reso moltissimi quattrini, continua ad esibirsi in un consumato pippotto sul “Corriere della Sera” che gli dedica un occhiello in prima riservandogli un’intera pagina all’interno. L’argomento, per quanto possa sembrare assurdo, è ancora una volta una lunga disamina del fenomeno dell’immigrazione ed un’intemerata a carico della Meloni e dei suoi ministri. Indigna molti italiani che hanno votato la destra che il “Corriere”, quotidiano prestigioso e leggibile, con altri periodici che sono espressione qualche volta delle Istituzioni, dia spazio ad un soggetto che continua a vomitare veleno su chi, attaccato sistematicamente, rappresenta il nostro Paese. Ricorrendo, pertanto, ad una prosa ripetitiva e melensa da metà Ottocento; ben tutelato a danno di chi lo affronta perché offeso o nauseato da una schiera di avvocati che non sempre riescono a difenderlo vittoriosamente; per di più protetto come un capo di Stato, in più turni di lavoro, da una pletora di carabinieri che potrebbero svolgere attività più gratificanti e pagati dai cittadini afflitti, per sua colpa, da orchite. Dell’illustre studioso di camorra e malgoverni “neofascisti” disturba ed indigna il ricorso ad un vocabolario ripetitivo e lontano da quello di Montanelli, ed un reiterare, procurando fastidio, sempre le stesse filippiche costituite dagli attacchi seriali alla “estrema destra” costituita, elettivamente, dalla Meloni e da Salvini. Sulla materia degli immigrati che a suo dispetto, per la nostra legislazione rimangono “clandestini”, sarebbe il caso di capire cosa ne pensi sul piano pratico di quanti siano quelli che a suo giudizio possono essere ospitati nonostante i potenziali nuovi venuti siano milioni. Quanti ne ha accolti, tra i tanti, il nostro intellettuale compulsivo? Ma credo che ormai con i suoi pistolotti ben remunerati sia alle battute finali per il cambio di vento e che abbia sfiancato il fatto di vederlo, mentre si gratta la testa, apparire in trasmissioni televisive, invitato dai rappresentanti di una Gauche che ha sfibrato anche il popolo più conformista della Sinistra.

carloni.f2@gmail.com