Emozioni sensoriali senza fine e grande stupore per gli occhi e per il palato, grazie al nuovo menu dello chef Alfonso Porpora (nella foto) del “Pastabar Leonessa” dei Fratelli Leonessa. Un elegante e accogliente ristorante strategicamente posizionato all’Interporto di Nola, con cucine a vista e una brigata di 15 persone ai fornelli. Un brand innovativo, aperto dal lunedi al venerdi dalle 7 del mattino alle 19. Il format è diventato in poco tempo il salotto dell’Interporto Campano, dove imprenditori, personale del circuito industriale, passanti ed amanti del settore, si deliziano tra le diverse e interessanti offerte gastronomiche. Il tempo è l’elemento trainante e a battere le lancette è il consumatore, scegliendo tra le varie tipologie di servizio: ristorante, self service, take away, sala privata, shop, gastronomia. Il menu dello chef Alfonso Porpora è curato con attenzione, dai primi piatti con pasta artigianale del Pastificio di famiglia ai secondi a base di carne e pesce. Si parte dalle grandi tipicità del territorio per poi spaziare con semplicità e creatività tra le bontà delle coste del Mediterraneo. Sublimi tra i primi: linguine al limone con gamberi rossi crudi, la perlina di pasta risottata con friarielli e scampi, pappardella al ragù d’agnello con purea scorza nera e liquirizia, spaghetti chitarra all’aglio nero con ricci di mare e bottarga. Pregiati tra i secondi: guancia di maiale fondente con carotine glassate e millefoglie di patate, la variazione di maialino da latte con friarielli e provola, royale di coniglio con patate, nocciole e paté di fegatini, la piccata di merluzzo e bieta con cremoso di pinoli, verza e cicoria ripassate. Tra le curiosità, da segnalare, c'è il “menu benessere”. Creato dallo chef con una nutrizionista abbinando i dati calorici ai sapori. Da qui i piatti “pasta fibrella all'insalata con salmone dry, arancia, finocchi e semi di zucca” e il “salmone scottato con zucchine marinate e cuscus”. Molto ricca e ben studiata la carta dei vini che lascia ampio spazio alle etichette regionali.