Questa settimana vi voglio parlare di John Martin, o meglio Giovanni Martini di professione trombettiere. Voi mò, che la tredicesima è un lontano ricordo, (ce ne vulessene almeno ddoje o tre all’anno), penserete “neh Edo, con i “cosiddetti” che ci ballano per la testa, tu ci vuoi parlare di questo John-Giovanni che manco sappiamo chi è?” Ed io vi dico subito chi è, però insieme a me, dovete fare un passo indietro di 162 anni e andare con la memoria storica Vera e non Risorgimentale, al 1860,  alla cosiddetta unità d’Italia, quando i piemontesi irruppero nel Regno delle Due Sicilie e se futtettene tutto il fottibile: soldi, industrie, opere d’arte e compagnia bella, lasciandoci in cambio: morti, feriti, miseria e Emigrazione pe’ terre assaje luntane. E così arriviamo a Giovanni Martini giovane ventunenne di Sala Consilina, il quale nel 1872, insieme ad altre migliaia di emigranti, era sbarcato in America in cerca di fortuna e, non avendo trovato lavoro né come manovale, né come operaio, si era arruolato, come soldato trombettiere nell’esercito degli Stati Uniti d’America, mutuando il nome in John Martin; e immaginate la sua gioia quando venne assegnato al 7° cavalleggeri all’ordine del generale Custer, (antesignano dei vari savoia, Hitler, Putin ecc.) un mito dell’esercito americano, che si era messo in testa di annientare tutti i pellerossa; allora John Martin avetta penzà:  azz!, Aggio lassato ‘a terra mia addò  garibaldi meza recchia, ha fatte carn’e maciello, e aggio truvato a chisto ca è nu poco poco peggio ‘e chillo!! E quando il 7° cavalleggeri arrivò a Little Big Horn per sferrare l’attacco finale, Custer si rese conto che, mentre loro erano circa 500, e i pellerossa circa 5.000,  disse al trombettiere di tornare subito indietro a chiedere rinforzi. E John pigliaje ‘o terno perchè questa fu la sua salvezza; infatti i 500 furono tutti uccisi e isso s’’a scampaje. E, non ci crederete, anni fa è stata battuto all’asta di Sotheby’s per 2,2 milioni di dollari, l’unico brandello di una bandiera del 7° ritrovato sotto il corpo di un soldato. Si, avete letto bene: 2,2 milioni di dollari pe’ nu pezzullo ‘e stoffa… ma sapete come sono fatti gli americani!!!! Immaginate un pò, se venisse ritrovato dalle parti nostre nu pezzullo ‘e cammisa rossa appartenente ad uno dei mille di garibaldi; e chi se l’accattase? E quanno ‘o pavasse? Forse lo comprerebbe il salvini e glielo regalerebbe a bossi, dicendogli : “vedi umberto, grazie a queste camicie rosse, noi oggi indossiamo le nostre camicie verdi. Al che, il vecchio senatur, forte della sua immensa cultura e conoscenza storica, gli risponderebbe: “scusa matteo, ma come hanno fatto, da rosse a diventare verdi? Sono state tinte??”.  Volevo augurarvi buon anno, ma penzanno a chello ca sta astipato, me faccio ‘e fatte mie. Stateve bbuone.