Mia moglie indaffarata nel preparare il casatiello, mi si è avvicinata, mentre ero al computer, e mi ha chiesto quante uova doveva inserire nell’impasto; l’ho guardata senza rispondere, lei mi ha ripetuto la domanda ed io, senza profferire verbo, le ho mostrato la foto di una bambina a Gaza; è rimasta di sasso… mi ha guardato con gli occhi lucidi, ha girato le spalle ed è ritornata in cucina; ed io, come un ebete, continuavo a vedere questa foto chiedendomi, senza trovare risposte “Perché tanta disumanità? Che colpa hanno queste creature, per pagare con la vita la cattiveria umana? A cosa è servita la Shoah, se ora gli ebrei israeliani riversano sulla Palestina quanto loro fu fatto da quel pazzoide caporale col baffetto? Cosa ci ha trasmesso l’ebreo Gesù, immolandosi ed offrendo la propria vita, per la nostra salvezza?” E così mi convinco che forse una piccola colpa, è da attribuire allo stesso Dio che, ai doni offerti da Caino, preferì quelli di Abele che, per gelosia venne ucciso dal fratello; ma qui mi avventuro in un percorso biblico che non riesco più a seguire. Certo è che Caino diede il via all’uccidere il prossimo e, da allora, è stato tutto un susseguirsi di guerre, invasioni, genocidi, martirizzazioni ed altre atrocità. Ed ora ritornando alla foto allegata, mi chiedo, e spero vi chiediate “Comme se fa a dire al prossimo Buona Pasqua, quando proprio, in queste giornate, anime innocenti vengono sacrificate al dio della guerra". Perdonateci Bambini, e che Dio vi accolga tra le sue braccia.