Accessibilità:
-A A +A
Print Friendly, PDF & Email
Riforme, la minoranza Pd prepara la resa a Renzi

Prove d'intesa. Finocchiaro: «Ci sono le condizioni». Bersani: «Bene le aperture». E anche Grasso si dice «fiducioso»


di  

CONDIVIDI:

Ven 18 Settembre 2015 21:27


ROMA. Una giornata dal clima disteso sulle riforme che fa ben sperare ad un accordo vicino tra renziani e minoranza Pd. Bersani plaude all'apertura di Renzi. Finocchiaro è convinta che si possa giungere ad una «decisione comune» nel Partito democratico. E anche Grasso è «fiducioso» sull'intesa.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Riforme, il Pd prepara emendamento per il listino

I renziani studiano una "trappola" per la minoranza. Renzi: sono 70 anni che aspettiamo


di  

CONDIVIDI:

Gio 17 Settembre 2015 21:19


ROMA. «A chi dice che facciamo troppo veloce, non per cattiveria, rispondo che che questa riforma è attesa da 70 anni» e che «se sei mesi a lettura è andare troppo di fretta...». Il premier Matteo Renzi, è intervenuto mentre in Senato è arrivato il ddl Boschi. Con la tensione che anche oggi resta altissima. «Ai cittadini basta dire che questa riforma riduce il numero dei politici e aumenta il livello della politica.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Riforme, al via l'esame in Aula. Opposizioni in rivolta

È subito scontro in conferenza dei capigruppo


di  

CONDIVIDI:

Gio 17 Settembre 2015 13:21


ROMA. Avanti con il ddl Boschi e poi, una volta ottenuto il parere della commissione Bilancio, avvio dell'esame del ddl sulle missioni militari. È la decisione assunta dalla conferenza dei capigruppo del Senato. Alla lettura delle conclusioni della riunione da parte del presidente del Senato Pietro Grasso, Loredana De Petris ha protestato per il «cambiamento surrettizio del calendario».



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Ciotola (FI): “Inaccettabili le parole della Bindi”

Le parole del vice coordinatore di Forza Italia della città Metropolitana di Napoli


di  

CONDIVIDI:

Gio 17 Settembre 2015 13:09


Inaccetabili le parole del Presidente della Commissione Parlamentare antimafia  l’onorevole Rosy Bindi "La camorra è un dato costitutivo della città partenopea". La città di Napoli ed i napoletani si sono sempre distinti nel tempo, in tutto il mondo, per la  loro grossa umanità, per la cultura, la storia, il teatro e tanto altro. Il vice coordinatore di Forza Italia della città Metropolitana di Napoli Claudio Ciotola ritiene inaccettabile, per Napoli e i napoletani, quanto dichiarato dell’onorevole Bindi.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Portici, nuovo assessore al Commercio

Il sindaco Marrone sceglie Carla Picardi


di  

CONDIVIDI:

Mer 16 Settembre 2015 18:00


PORTICI. Il Comune di Portici ha un nuovo assessore al Commercio e al Turismo: è Carla Picardi. A nominarla è stato il sindaco della città, Nicola Marrone: «Con la nomina dell'assessore Picardi si completa la Giunta in un momento strategico dell’azione amministrativa per il rilancio del territorio», ha detto il primo cittadino.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Riforme, domani il testo in Aula

Decisione a maggioranza. Fi: forzatura inaccettabile. Sel: decisione grave


di  

CONDIVIDI:

Mer 16 Settembre 2015 17:53


ROMA. La capigruppo al Senato ha deciso «a maggioranza» di far iniziare la discussione generale sul ddl riforme già domani prevedendo che i lavori proseguano anche nella giornata di venerdì. Lo riferisce Loredana De Petris al termine della capigruppo. Una decisione «grave - attacca la senatrice di Sel - una procedura forzata e non ordinaria voluta dal Pd dopo il diktat arrivato ieri da Palazzo Chigi».



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Riforme, Lega e Sel ritirano gli emendamenti

Renzi convoca la direzione Pd per lunedì
 


di  

CONDIVIDI:

Mer 16 Settembre 2015 15:25


ROMA. Colpo di scena al Senato dove le opposizioni ritirano gli emendamenti al ddl riforme. Per la Lega L'annuncio è stato fatto dal senatore leghista Roberto Calderoli in Commissione Affari costituzionali, dove è presente anche il ministro Maria Elena Boschi. Calderoli ha specificato che conferma appena dieci dei circa 500mila emendamenti da lui presentati.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Immigrati, Squinzi: ridare il lavoro prima agli italiani

Il presidente di Confindustria: non è l'immigrazione che può risolvere i nostri problemi


di  

CONDIVIDI:

Mer 16 Settembre 2015 12:59


MILANO. «Gli immigranti non sono per noi una risorsa perchè chi viene in Italia ha come destinazione altri Paesi. In questo momento non è quindi l'immigrazione che può risolvere i nostri problemi, la nostra vera priorità è dare lavoro agli italiani, visto che abbiamo un tasso di disoccupazione del 13 per cento e sul fronte giovanile del 40 per cento». È quanto afferma il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, a margine della presentazione della Fondazione E4Impact a Milano.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Salvini: un tetto agli alunni stranieri in classe

Il leader della Lega: no alle scuole ghetto


di  

CONDIVIDI:

Lun 14 Settembre 2015 22:16


ROMA. «Serve un tetto agli alunni stranieri nelle class. Lo ha detto Matteo Salvini, commentando a 'Porta a Porta' il caso delle classi a Brescia composte esclusivamente da bambini di nazionalità straniere. «Nella scuola un tetto ai bimbi di nazionalità straniera in classe insieme ai bimbi italiani va messo, altrimenti non è buona scuola», ha sottolineato il leader della Lega.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Renzi: la crescita prevista passa da 0,7% a 0,9%. Arriva la digital tax

Il premier: «La manovra sarà da 27 miliardi. Faccio massimo due mandati e poi vado a casa. Non lascio la segreteria del Pd»


di  

CONDIVIDI:

Lun 14 Settembre 2015 19:50


ROMA. «Io sono quello della rottamazione. Massimo faccio due mandati poi, se vengo eletto, la volta successiva vado a casa». Lo ha detto Matteo Renzi ospite di 'Otto e mezzo' su La7. Il premier ha inoltre assicurato che «non ci sarà nessuno sforamento dei conti. Anzi, dal prossimo anno scenderà il debito. Faremo una manovra da quasi 27 miliardi di euro». Non solo. «L'Italia ha previsto una crescita del Pil dello 0,7 per il 2015.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati

Pagine