Accessibilità:
-A A +A
Print Friendly, PDF & Email
Longobardi: massima priorità ai Monti Lattari. Oggi primo incontro istituzionale a Gragnano

Il neo consigliere regionale della Campania, componente del Gruppo "De Luca Presidente in Rete"


di  

CONDIVIDI:

Gio 16 Luglio 2015 23:33


Il Consigliere regionale della Campania Alfonso Longobardi, componente del Gruppo “De Luca Presidente in Rete”, ha rilasciato la seguente dichiarazione: «Ho incontrato la Giunta comunale di Gragnano rappresentata dal sindaco Paolo Cimmino, dal vice Alberto Vitale e dagli assessori Michele Bernardo e Antonio Di Martino, oltre che dal responsabile dell’ufficio tecnico: si è trattato di un confronto costruttivo per cercare in maniera concreta di essere utili da subito al nostro territorio ed in particolare alla zona dei Monti Lattari. 



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Frasce choc sulla figlia di Borsellino, Crocetta si autosospende Ma è giallo

Il medico al telefono col governatore: «Va fermata, fatta fuori. Come suo padre». Il presidente siciliano si difende: «Quella cosa non l'ho sentita, mi hanno ucciso». La Procura: la telefonata non risulta


di  

CONDIVIDI:

Gio 16 Luglio 2015 19:58


PALERMO. È giallo sulle presunte intercettazioni tra il presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta e il suo medico personale Matteo Tutino, che, secondo quanto riporta l'Espresso, in una conversazione telefonica con il governatore avrebbe detto, riferendosi all'allora assessore alla Sanità Lucia Borsellino, «va fermata, fatta fuori. Come suo padre». L'intercettazione non risulta alla Procura di Palermo, L'Espresso conferma quanto pubblicato.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Berlusconi: non mollo, se mi arrestano fate la rivoluzione

Il leader: solo un folle può pensare di rottamare Fi


di  

CONDIVIDI:

Gio 16 Luglio 2015 12:46


ROMA. «Solo un folle può pensare di rottamare Forza Italia». Lo assicura Silvio Berlusconi alla convention degli amministratori di Fi, smentendo la ricostruzione di Repubblica che parla dell'intenzione del Cavaliere di rottamare il partito. Il leader "azzurro" ha poi aggiunto: «Tante volte sono stato tentato di lasciare, credetemi. Ma resto qui». Se ci fosse il rischio di andare in galera, «mi auguro che voi facciate almeno una rivoluzione...».



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Proteste in centro contro "Noi con Salvini", momenti di tensione

Cantalamessa: avremo candidato sindaco nel 2016


di  

CONDIVIDI:

Mer 15 Luglio 2015 14:15


NAPOLI. Proteste all'esterno dell'Hotel Mediterraneo dove è in corso la conferenza di presentazione del movimento "Noi con Salvini Napoli". Un gruppo di cittadini è in presidio all'esterno della struttura alberghiera per manifestare contro la nascita del soggetto politico che fa riferimento al leader della Lega Nord. L'ingresso è tenuto sotto stretto controllo dalle forze dell'ordine. All'interno sono presenti i vertici provinciali e il coordinatore Gianluca Cantalamessa. 



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Orfini:«Non farò il vicesindaco a Roma»

Il commissario del Pd nella Capitale: tutti i nomi che circolano sono sciocchezze


di  

CONDIVIDI:

Mer 15 Luglio 2015 11:27


ROMA. Matteo Orfini futuro vicesindaco di Roma? «Assolutamente no». A escludere l'ipotesi è lo stesso commissario del Pd di Roma, che all'Adnkronos commenta le indiscrezioni circolate nelle ultime ore sui possibili nomi che potrebbero sostituire Luigi Nieri dopo le dimissioni rasegnate ieri sera.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Morto l'ex ministro Willer Bordon

Aveva 66 anni, era anche docente universitario


di  

CONDIVIDI:

Mar 14 Luglio 2015 14:57


ROMA. «Ci ha lasciati stamattina, alle 12.30 circa, l'onorevole Willer Bordon». Lo comunica in una nota la sua segreteria. È stato sindaco della citta' di Muggia (TS) per 10 anni. Eletto per la prima volta in Parlamento nel 1987, è stato Ministro dell'Ambiente, nella quale veste ha presieduto al coordinamento interministeriale del G8 Ambiente; è stato, inoltre, Ministro dei Lavori Pubblici, sottosegretario ai Beni Culturali, Presidente del Gruppo "I democratici" alla Camera e de "La Margherita" al Senato.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Sì definitivo alla riforma della scuola

Con 277 voti favorevoli, 173 contrari e 4 astenuti. Tra le novità, 100mila assunzioni e più autonomia


di  

CONDIVIDI:

Gio 09 Luglio 2015 21:16


ROMA. “Centomila assunzioni, più merito, più autonomia. #labuonascuola è legge”. Così annuncia il premier Matteo Renzi su Twitter l’approvazione definitiva della “Buona scuola”, che da ieri è legge. Dopo il disco verde del Senato, anche la Camera ha detto sì al ddl con 277 voti favorevoli, 173 contrari e 4 astenuti. Tra le novità, 100mila assunzioni e più autonomia. Tra i no cinque quelli di deputati della minoranza dem: Alfredo D’Attorre, Angelo Capodicasa, Vincenzo Folino, Carlo Galli e Giuseppe Zappulla.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Senato, stop vitalizi ai condannati: tra loro Berlusconi, Dell'Utri e Cecchi Gori

Forza Italia non ha partecipato alla riunione, essendo contraria in via di principio alla misura.


di  

CONDIVIDI:

Gio 09 Luglio 2015 17:36


Approvato in Consiglio di presidenza del Senato lo stop ai vitalizi ai senatori condannati in via definitiva. Nella lista figurano, fra gli altri, Silvio Berlusconi, Marcello Dell'Utri e Vittorio Cecchi Gori. Forza Italia non ha partecipato alla riunione, essendo contraria in via di principio alla misura.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Stop a vitalizio per ex deputati condannati, Di Maio: «Sospeso solo a 10 “sfigati"»

Gli ex parlamentari non beneficeranno più del vitalizio perché condannati in via definitiva a pene superiori a due anni


di  

CONDIVIDI:

Gio 09 Luglio 2015 15:31


La Camera non erogherà più il vitalizio a 10 ex deputati. Lo ha deciso l'Ufficio di Presidenza di Montecitorio.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Scuola, 277 sì alla Camera: la riforma è legge I prof: vergogna

Da Lega e Sel cartelli di protesta in Aula contro il ddl. M5S: così entrerà la corruzione negli istituti


di  

CONDIVIDI:

Gio 09 Luglio 2015 12:14


ROMA. La riforma della scuola è legge. Dopo il disco verde del Senato, anche la Camera ha detto sì al ddl con 277 voti favorevoli. Mentre l'Aula della Camera approvava in via definitiva il provvedimento, da piazza Montecitorio si è levato il coro dei docenti e dei sindacati che protestano al grido di «vergogna, vergogna».



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati

Pagine