Accessibilità:
-A A +A
Print Friendly, PDF & Email
Salario accessorio, altra tegola per Marino

Il Campidoglio: il taglio degli stipendi non è possibile


di  

CONDIVIDI:

Ven 19 Giugno 2015 17:38


ROMA. Il ministro dell'Economia e delle finanze non è titolato a chiedere la restituzione di 350 milioni di euro legati alla vicenda del salario accessorio e che, secondo lo stesso dicastero di via XX Settembre, sarebbero stati negli anni passati illegittimamente erogati ai dipendenti capitolini. A quanto si apprende è questa la posizione dell'Ufficio risorse umane del Campidoglio.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Scuola, Renzi: pronti alla fiducia

Vertice tra il premier e il Pd, Rosato: l'opposizione collabori


di  

CONDIVIDI:

Ven 19 Giugno 2015 12:02


ROMA. Una accelerazione decisa sulla riforma della scuola per rispettare i tempi prefissati, tentando il tutto per tutto per tenere aperto il dialogo. Ma se questo non darà frutti, si dovrà arrivare all'approvazione del Ddl con la fiducia. È quanto emerso dalla riunione a palazzo Chigi del premier Matteo Renzi con i parlamentari del Pd alla presenza, tra gli altri, del ministro delle Riforme Maria Elena Boschi e di quello dell'Istruzione Stefania Giannini.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
De Luca proclamato presidente, ma non si presenta

Niente passaggio di consegne con Caldoro. Forza Italia: va sospeso o denunciamo Renzi


di  

CONDIVIDI:

Gio 18 Giugno 2015 18:04


NAPOLI. Vincenzo De Luca è rimasto nella sua casa di Salerno e non si è presentato alla proclamazione da presidente della Regione Campania appena cominciata al Tribunale di Napoli. "Proclamazione avvenuta. Avviate le procedure per il passaggio di consegne. Nessuna risposta. Come da prassi lascio il Palazzo". Così il presidente uscente Stefano Caldoro in un tweet.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Jobs act, possibili controlli a distanza: è scontro

La norma in uno dei decreti legislativi. La Cgil: un colpo di mano, daremo battaglia


di  

CONDIVIDI:

Mer 17 Giugno 2015 21:51


ROMA. Attraverso gli strumenti che saranno assegnati al lavoratore, per prendere la prestazione produttiva, potrà derivare la possibilità «di un controllo a distanza». A confermare l'introduzione dei controlli a distanza, attraverso i decreti legislativi collegati al Jobs Act, è la relazione illustrativa che accompagna il provvedimento sulla semplificazione delle procedure e degli adempimenti a carico di cittadini e imprese.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Parigi ci prende a schiaffi: gli immigrati sono un problema vostro

Ancora altri arrivi a Ventimiglia. Renzi: l'Ue sia solidale o faremo da soli. La Commisione Ue: «Un piano B dell'Italia? Non ne sappiamo nulla»


di  

CONDIVIDI:

Lun 15 Giugno 2015 19:29


IMPERIA. Ancora nuovi arrivi di migranti a Ventimiglia (Imperia). Decine di africani, in prevalenza eritrei, sono affluiti con i treni della notte nella città ligure al confine con la Francia, nella speranza di passare la frontiera, bloccata dalla gendarmeria d'Oltralpe. Alcuni sono radunati in zona stazione, dove le Ferrovie dello Stato tengono aperta anche di notte l'area servizi e sono stati allestiti wc chimici e cabine doccia, altri si trovano nei pressi di Ponte San Lodovico.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Alle Comunali Pd sconfitto, Salvini: Renzi, stiamo arrivando

In Veneto la sinistra perde tutti e 5 i ballottaggi, Puppato: sconfitta plateale. E adesso Delrio si accorge dell'astensionismo. Dopo la conquista di Venezia e Arezzo, Fi spiega: il centrodestra unito è vincente


di  

CONDIVIDI:

Lun 15 Giugno 2015 12:26


VENEZIA. «Inutile girarci attorno, la sconfitta è plateale». Così Laura Puppato (Pd) commenta il risultato dei ballottaggi in Veneto che hanno visto il Pd perdere 5 sfide su 5, tra cui quella di Venezia dove ha trionfato il candidato del centrodestra Luigi Brugnaro (Video).



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Il Pd prepara il "commissariamento" di Marino

Mafia Capitale, Zanda: serve una legge speciale per Roma


di  

CONDIVIDI:

Sab 13 Giugno 2015 11:44


ROMA. «Serve una nuova idea di città per progettare il futuro della Capitale. E serve uno schema di governo diverso grazie a una legge speciale che ne determini il profilo adeguato con poteri e risorse da città-Regione». Ne è convinto Luigi Zanda, capogruppo del Pd in Senato, che in un'intervista al Messaggero indica la strada per il rilancio della Capitale. «Malgrado tutto il marciume che sta emergendo, Roma è piena di risorse positive, di persone per bene e di qualità», si dice convinto.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Putin all'Expo: «Italia importantissimo partner in Europa»

Il presidente russo: sull'Ucraina puntiamo al rispetto integrale degli accordi di Minsk


di  

CONDIVIDI:

Mer 10 Giugno 2015 23:00


MILANO. Per la Russia l'Italia «è un importantissimo partner in Europa», un «legame molto stretto» lega i due Paesi da «più di cinquecento anni» dal punto di vista commerciale e politico. Così il presidente russo Vladimir Putin ha aperto il suo intervento a Expo, ringraziando il premier Matteo Renzi per la sua partecipazione all'inaugurazione della Giornata nazionale russa a Expo. «Il padiglione russo è uno dei più grandi dell'esposizione con i quali 4 mila metri quadrati.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Maroni non molla: «Stop a immigranti si può fare e lo farò»

Nuovo attacco del governatore della Lomardia. Salvini su Twitter: «Chiamiamoli #CLANDESTINI»


di  

CONDIVIDI:

Lun 08 Giugno 2015 10:48


MILANO. «Stiamo facendo una serie di proposte, una cosa certa è che si può fare. Parlo dei fondi della Regione, decido io dove metterli». Nessuna marcia indietro del presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, in relazione alla possibilità di tagliare i fondi ai Comuni che decidessero di ospitare nuovi immigrati. E insiste: «Se io dico che si può fare, la faccio». A margine dell'assemblea di Confcommercio Maroni si è detto pronto a discutere con il governo sul tema dei migranti «ma fino ad ora non c'è stato alcun dialogo».



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Landini annuncia (quasi) il partito: «I fiori sbocciano anche a ottobre»

Il leader della Fiom chiude l'assemblea della Coalizione sociale: da Renzi stesse politiche di Monti e Letta


di  

CONDIVIDI:

Dom 07 Giugno 2015 22:05


ROMA. «Lo dico come lo può dire un sindacalista: anche a ottobre possono sbocciare i fiori. Facciamo il Primo Maggio d'autunno». Maurizio Landini saluta e chiude l'assemblea di Coalizione sociale con un'espressione che sembra stare sospesa a metà strada tra la Rivoluzione dei Garofani che nel 1974 in Portogallo pose fine in modo incruento al regime di Antonio Salazar e a un frammento di "Via del Campo", indimenticabile ballata di Fabrizio de Andrè.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati

Pagine