Accessibilità:
-A A +A
Print Friendly, PDF & Email
«Se mi volete morto la fila è lunga», il post del 16enne trovato nel pozzo

Le parole scritte dalla vittima su Instagram


di  

CONDIVIDI:

Mer 26 Settembre 2018 13:35


"Se mi volete morto, la fila è lunga". Sono queste le parole scritte sul profilo Instagram di Giuseppe Balboni, il ragazzo di 16 anni trovato ieri mattina senza vita in fondo a un pozzo a Tiola di Castello di Serravalle, ucciso da un colpo di pistola sparato da un coetaneo. Sul suo profilo, seguito da 246 follower, anche qualche foto, la scritta "ti amo amore", accompagnata da un cuore e in cima a tutto una parola: "Love".



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Coniugi seviziati, fermati tre romeni per la brutale rapina a Lanciano

Indosso avevano oltre 3mila euro, erano pronti alla fuga. Il capo della gang potrebbe essere un italiano


di  

CONDIVIDI:

Mer 26 Settembre 2018 10:46


LANCIANO. Svolta nelle indagini per la cruenta rapina avvenuta a Lanciano nella villa di Carlo Martelli e Niva Bazzan: fermati tre romeni. Secondo gli investigatori, i tre potrebbero costituire il braccio operativo della banda, mentre si sta stringendo il cerchio attorno a una quarta persona, un italiano, che potrebbe essere la mente a capo del sodalizio.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Sedicenne trovato morto, confessa l'amico

Avrebbe usato la pistola del padre per uccidere


di  

CONDIVIDI:

Mar 25 Settembre 2018 21:04


Avrebbe usato la pistola del padre per uccidere. A confessare l'omicidio del 16enne Giuseppe Balboni, scomparso dal 17 settembre scorso da Zocca nel modenese e ritrovato stamattina in fondo a un pozzo, è stato un coetaneo durante un interrogatorio presso la procura dei minori di Bologna. Il ragazzo sarà sottoposto a un provvedimento di fermo con l'accusa di omicidio. Resta da chiarire ancora il movente dietro l'assassinio di Balboni. Il suo cadavere era in località Tiola di Castello di Serravalle nel bolognese.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Inferno sul Monte Serra, 700 sfollati

Il rogo, quasi sicuramente di origine dolosa, si è propagato a causa del forte vento


di  

CONDIVIDI:

Mar 25 Settembre 2018 15:24


Inferno di fuoco sul Monte Serra, in provincia di Pisa: circa 700 persone, circa 500 a Calci e 200 a Vicopisano, hanno lasciato le abitazioni per precauzione. Il rogo, quasi sicuramente di origine dolosa, si è propagato a causa del forte vento. Tre intossicati lievi, di cui due già dimessi, sono stati ricoverati stamane all'ospedale Cisanello di Pisa per problemi respiratori causati dall'ingestione dei fumi. Le fiamme hanno lambito anche la Certosa di Calci, ma per fortuna il gioiello dell'architettura monastica è salvo.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Aquarius verso la Francia, è allarme per il mare grosso

L'Ong: le condizioni meteo stanno peggiorando. Parigi dice no allo sbarco a Marsiglia


di  

CONDIVIDI:

Mar 25 Settembre 2018 14:09


PARIGI. La nave Aquarius con a bordo 58 migranti recuperati nei giorni scorsi al largo delle coste libiche si sta dirigendo verso la Francia. Ad annunciarlo è Sos Meriterranee Italia. "Ora la nave #Aquarius fa rotta verso la #Francia", scrive in un tweet l'ong.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Pena dimezzata per Fabrizio Corona

La decisione dei giudici della Corte d’Appello di Milano


di  

CONDIVIDI:

Ven 21 Settembre 2018 18:48


Pena dimezzata. I giudici della Corte d’Appello di Milano hanno ridotto a sei mesi la pena per Fabrizio Corona per la vicenda degli oltre 2,6 milioni di euro trovati nel controsoffitto della casa della sua collaboratrice Francesca Persi e in due cassette di sicurezza in Austria. I giudici d’Appello della seconda sezione penale hanno riconosciuto le attenuanti equivalenti alle aggravanti e hanno disposto per Corona il dissequestro del denaro.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
«Sarte sfruttate», moda italiana sotto accusa

L'attacco arriva mentre a Milano è in corso la seconda giornata della Fashion week


di  

CONDIVIDI:

Ven 21 Settembre 2018 15:10


L'attacco, non a caso, arriva mentre a Milano è in corso la seconda giornata della Fashion week. Alcune delle grandi griffe italiane "producono lavoro nero in Puglia", pagando le sarte "1 euro l'ora" per confezionare cappotti e abiti che poi finiranno nei negozi "a 2.000 euro" tuona il New York Times, in un'inchiesta intitolata 'Inside Italy's Shadow Economy' e che porta la firma di Elizabeth Paton e Milena Lazazzera. La Puglia come il Bangladesh o la Cina, insomma.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
È morta Inge Feltrinelli

Fotografa ed editrice, aveva 87 anni


di  

CONDIVIDI:

Gio 20 Settembre 2018 13:03


MILANO. Lutto nel mondo dell'editoria e della cultura italiana e internazionale: è morta Inge Schönthal Feltrinelli, l'ultima grande 'regina dei libri'; era soprannominata 'The queen of publishing'. Aveva 87 anni e da qualche tempo era malata, le sue condizioni di salute erano circondate dal massimo riserbo. La camera ardente sarà allestita domani, a Palazzo Marino, sede del Comune di Milano dalle 10 alle 14. Fotografa e giornalista tedesca naturalizzata italiana, l'editrice era nata a Gottinga il 24 novembre 1930.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Messaggi hot con adulto, 15enne scopre che è il padre

La mamma si è subito separata dal marito per tutelare la figlia


di  

CONDIVIDI:

Mer 19 Settembre 2018 15:44


Per quasi un anno ha chattato con un uomo più grande conosciuto online. Lei, una 15enne, non sapeva chi fosse lui, che si celava dietro un nickname. Alla fine hanno deciso di incontrarsi e a quel punto lo choc: l'uomo con cui aveva parlato anche di sesso, al quale aveva inviato 'messaggi spinti', era in realtà suo padre.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Lanciato dalle scale a Rebibbia, morte cerebrale per bimbo

Si aggrava il bilancio della tragedia avvenuta al nido del carcere


di  

CONDIVIDI:

Mer 19 Settembre 2018 12:51


Si aggrava il bilancio della tragedia avvenuta al nido del carcere di Rebibbia, dove una detenuta ha lanciato i due figlioletti per le scale: uno è morto ieri, per l'altro, ricoverato all'ospedale pediatrico Bambino Gesù, è in programma l'avvio della procedura di accertamento di morte cerebrale. "Le condizioni del bimbo - si legge nell'odierno bollettino medico dell'ospedale - sono purtroppo gravissime. Le ultime indagini necessarie per la valutazione del quadro clinico hanno confermato la condizione di coma areflessico con elettroencefalogramma isoelettrico.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati

Pagine