Accessibilità:
-A A +A
Print Friendly, PDF & Email
Libia, Gino Pollicardo e Filippo Calcagno in Italia

Ascoltati dai pm che indagano sul sequestro


di  

CONDIVIDI:

Dom 06 Marzo 2016 14:33


ROMA. Sono rientrati in Italia i due tecnici italiani liberati in Libia dopo un sequestro durato diversi mesi. Gino Pollicardo e Filippo Calcagno sono arrivati all'aeroporto di Ciampino, a Roma, questa mattina intorno alle 5. Ad attenderli, oltre ai familiari, il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni.

 
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha espresso "grande sollievo per il rientro in patria degli altri due ostaggi, Filippo Calcagno e Gino Pollicardo, finalmente ricongiunti alle proprie famiglie".



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Un 23enne massacrato a coltellate in un appartamento a Roma, 2 fermi

Gli assassini conoscevano la vittima


di  

CONDIVIDI:

Dom 06 Marzo 2016 13:49


ROMA. Massacrato a coltellate e colpito più volte con oggetti contundenti. E' stato ucciso così un ragazzo di 23 anni ieri sera in un appartamento in via Igino Giordani, a Roma. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando provinciale e della Compagnia Roma piazza Dante, che hanno fermato due ragazzi romani di 29 e 28 anni.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Torino, uomo trovato morto carbonizzato nell'auto in Valsusa

Due le ipotesi: suicidio oppure omicidio


di  

CONDIVIDI:

Dom 06 Marzo 2016 13:40


TORINO. Il cadavere di un uomo carbonizzato è stato trovato questa mattina dietro il cimitero Sant’Antonino di Susa, nel torinese. La vittima, ritrovata nell'auto avvolta dalle fiamme, è un uomo di 51 anni. Ancora da accertare se si tratti di suicidio od omicidio. Sono in corso le indagini dei carabinieri.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Malata di cancro deve fare una tac, la prenotazione è nel 2017

È avvenuto a Lecce, dove la donna si è rivolta al Tribunale dei diritti del malato raccontando la propria storia


di  

CONDIVIDI:

Sab 05 Marzo 2016 18:44


Una paziente malata di tumore con in mano una prescrizione del medico di famiglia in cui si chiedeva di effettuare una Tac con priorità, entro 3 giorni. Ma l'appuntamento viene fissato nel 2017. E' avvenuto a Lecce, dove la donna si è rivolta al Tribunale dei diritti del malato raccontando la propria storia, dice all'Adnkronos Salute il coordinatore provinciale di Cittadinanzattiva, Gianfranco Andreano.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Un coltellino e un vecchio cellulare, Sollecito recupera i suoi effetti personali in Procura

Il giovane: «È la fine di una tragedia durata 8 anni»


di  

CONDIVIDI:

Sab 05 Marzo 2016 17:22


PERUGIA. "Due oggetti che hanno segnato l'inizio e oggi segnano la fine di una tragedia durata 8 anni. Incomprensioni, incompetenza ed equivoci che hanno fatto il giro del mondo". A scriverlo, sul suo profilo Facebook accanto alla fotografia di un coltellino e di un vecchio cellulare, è Raffaele Sollecito, che stamattina si è recato in questura a Perugia a riprendere i suoi effetti personali, rimasti lì dal novembre del 2007, quando insieme ad Amanda Knox, venne arrestato per l'omicidio di Meredith Kercher.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Un “timer" ricorderà di recitare l'Ave Maria

Arriva 'Click to Pray - Clicca per pregare' ed è una app da applicare al telefonino per pregare secondo le intenzioni di preghiera mensili del Papa


di  

CONDIVIDI:

Sab 05 Marzo 2016 15:39


D'ora in poi l'Ave Maria si potrà recitare anche a colpi di clic. E un timer non ce lo farà dimenticare. Arriva infatti 'Click to Pray - Clicca per pregare' ed è una app da applicare al telefonino per pregare secondo le intenzioni di preghiera mensili del Papa. L'originale iniziativa si deve all’Apostolato della Preghiera, la Rete mondiale di preghiera affidata ai Gesuiti.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Migranti, Italia e Germania alla Ue: «Sistema di registrazione unificato»

La richiesta in una lettera inviata dai ministri dell'Interno Alfano e de Maiziere


di  

CONDIVIDI:

Sab 05 Marzo 2016 13:50


ROMA. L'Italia e la Germania chiedono alla Commissione europea un sistema unico europeo di registrazione dei migranti e l'armonizzazione delle regole per i richiedenti asilo. È quanto rivela oggi il giornale tedesco Sueddeutsche Zeitung che ha preso visione di una lettera che i ministri dell'Interno Angelino Alfano e Thomas de Maiziere hanno inviato alla Commissione Europea.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
La pizza candidata a patrimonio dell’Unesco

L’annuncio su Twitter del ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina. La candidatura della pizza a patrimonio immateriale dell’umanità "tutela un settore che vale 10 miliardi di euro ma soprattutto un simbolo dell’identità nazionale" commenta il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo, dopo la riunione della Commissione di valutazione nazionale per l'Unesco che ha confermato la candidatura dell'arte dei pizzaioli di Napoli come patrimonio dell'umanità


di  

CONDIVIDI:

Ven 04 Marzo 2016 13:41


"Sarà l'arte dei pizzaiuoli la candidatura italiana all'#Unesco per il patrimonio immateriale #madeInItaly". Ad annunciarlo su Twitter è il ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina. 



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Al Centro Campania la notte bianca dell'Innovazione

Venerdì 4 marzo dalle 22 il TEDx, tra gli unidici speaker anche la conduttriche di Raidue Andrea Delogu


di  

CONDIVIDI:

Gio 03 Marzo 2016 23:25


CASERTA. Una notte bianca dell’innovazione. Stasera il Centro Commerciale Campania di Marcianise per il secondo anno consecutivo ospiterà il TEDx Caserta 2016, l’incontro si terrà in notturna all’interno della struttura chiusa ai visitatori.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Libia, due ostaggi italiani uccisi in attacco a convoglio Isis

Fausto Piano e Salvatore Failla sarebbero deceduti durante un conflitto a fuoco avvenuto alla periferia di Sabrata


di  

CONDIVIDI:

Gio 03 Marzo 2016 13:32


ROMA. Sarebbero morti durante un trasferimento i due ostaggi italiani rimasti uccisi in Libia. In particolare, secondo quanto si è appreso in ambienti giudiziari, Fausto Piano e Salvatore Failla sarebbero deceduti durante un conflitto a fuoco avvenuto alla periferia di Sabrata, che avrebbe impegnato le forze di sicurezza libiche e il convoglio dell'Isis che si stava trasferendo con i due italiani. Nessuno del gruppo dell'Isis si sarebbe salvato e le forze di sicurezza libiche avrebbero recuperato i corpi dei due italiani.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati

Pagine