Accessibilità:
-A A +A
Print Friendly, PDF & Email
Libia, famiglia Failla: «Lo Stato non lo ha tutelato nemmeno da morto»

L'accusa: «Non ci hanno aiutati a riportarlo a casa»


di  

CONDIVIDI:

Mer 09 Marzo 2016 22:38


ROMA. "Mio padre era una persona profondamente buona, non ci hanno aiutati a riportarlo a casa e a non farlo sfregiare". Lo ha detto Erica failla, la figlia di Salvatore Failla, il tecnico italiano ucciso in Libia, nel corso di una conferenza stampa a Roma. "Ci hanno detto di stare zitte e non fare clamore, di non rispondere ai rapitori", ha aggiunto . "Lo Stato ha salvato mio padre? È morto ed è ancora in mano ai libici, lo Stato non lo ha tutelato nemmeno dopo morto".



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
La notte di Pasqua porta... l’ora legale

Lancette avanti di un'ora fino al 29 ottobre


di  

CONDIVIDI:

Mer 09 Marzo 2016 19:23


L'ora legale scatterà la notte di Pasqua, il 27 marzo. Fra sabato e domenica, intorno alle 2.00, le lancette dell'orologio dovranno avanzare di un'ora, regalandoci un'ora in più di luce, a fronte di un'ora in meno di sonno. Nei paesi dell'Unione europea l'ora legale inizia l'ultima domenica di marzo e termina l'ultima domenica di ottobre. Alle stesse convenzioni si attiene la Svizzera. Niente paura per i cittadini digitali, tutti i dispositivi, come smartphone, computer o tablet, cambieranno l'ora in automatico.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Omicidio stradale, Renzi ha firmato la legge: giustizia, non vendetta

il premier ha firmato a palazzo Chigi la legge sull'omicidio stradale insieme alle famiglie delle vittime


di  

CONDIVIDI:

Mer 09 Marzo 2016 18:54


ROMA. "I familiari delle vittime non vivono tutto questo come una vendetta", ma "come la possibilità di fare giustizia". Lo ha detto il premier Matteo Renzi firmando a palazzo Chigi la legge sull'omicidio stradale insieme alle famiglie delle vittime. "Per molti di loro, andare a raccogliere le firme per le legge è stata una ferita doppia, non una sorta di passeggiata di piacere", ha spiegato il premier sottolineando che quello che ha portato alla legge "è stato un percorso che è nato dal basso, anche molto combattuto".



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Terrorismo, fermato imam somalo a Campobasso: istigava a compiere attentati

L'uomo era un richiedente asilo


di  

CONDIVIDI:

Mer 09 Marzo 2016 14:47


CAMPOBASSO. La polizia di Campobasso ha fermato un imam somalo, richiedente asilo, che istigava a compiere attentati terroristici. Il fermo è avvenuto nel Centro di accoglienza rifugiati richiedenti asilo di Campomarino (Campobasso). Secondo quanto fa sapere la polizia, l'uomo "svolgeva reiterata attività di istigazione alla commissione di delitti con finalità di terrorismo, nei confronti di correligionari ospiti della struttura di accoglienza per richiedenti asilo Happy Family di Campomarino".



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Sospeso lo sciopero dei medici del 17 e 18 marzo

L'astensione rinviata di 60 giorni


di  

CONDIVIDI:

Mer 09 Marzo 2016 13:57


ROMA. Non ci sarà lo sciopero nazionale dei medici proclamato per il 17 e 18 marzo. Lo hanno deciso i sindacati di categoria al termine dell'incontro, questa mattina a Palazzo Chigi, con i ministri della Salute, Beatrice Lorenzin, e della Pubblica amministrazione, Marianna Madia, e il sottosegretario Claudio De Vincenti.

 
Lo sciopero è stato rinviato di 60 giorni.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Omicidio Roma, Marco Prato: «Volevo diventare donna»

E spunta un altro caso di violenza


di  

CONDIVIDI:

Mer 09 Marzo 2016 13:44


ROMA. È iniziato l'interrogatorio di garanzia dei due arrestati per l'omicidio del 23enne Luca Varani, torturato e ucciso in un'abitazione sulla Collatina venerdì scorso da Manuel Foffo e Marco Prato durante un festino a base di coca e alcol. I due avvocati degli indagati sono entrati nel carcere di Regina Coeli davanti al gip Riccardo Amoroso per la convalida dell'arresto.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Il tribunale di Roma riconosce un'altra famiglia con due mamme

Sì all'adozione "incrociata" dei tre figli


di  

CONDIVIDI:

Mer 09 Marzo 2016 13:41


ROMA. Una nuova sentenza del Tribunale per i minorenni di Roma riconosce una famiglia con due mamme. Ad annunciarlo Rete Lenford e Famiglie Arcobaleno. Alle due donne, rappresentate dall'avvocata Susanna Lollini, è stata riconosciuta l'adozione 'incrociata' dei tre figli che da oggi, quindi, sono anche per la legge figli di entrambe le madri.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Il Congo autorizza 66 bambine a venire in Italia dai genitori adottivi

Lo riferisce la Farnesina in una nota, in cui si precisa che «questo nuovo gruppo di bambini si aggiunge ai 14 già autorizzati da metà febbraio»


di  

CONDIVIDI:

Mar 08 Marzo 2016 19:29


Il ministro degli Affari Esteri, Paolo Gentiloni, accoglie con soddisfazione l’annuncio delle Autorità della Repubblica Democratica del Congo - trasmesso tramite l’Ambasciata d’Italia a Kinshasa - che autorizza ulteriori 66 bambini a ricongiungersi con le famiglie adottive in Italia. Lo riferisce la Farnesina in una nota, in cui si precisa che "questo nuovo gruppo di bambini si aggiunge ai 14 già autorizzati da metà febbraio".



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
Poggiomarino, picchia i genitori per avere i soldi della droga

In manette un 27enne di Boscoreale


di  

CONDIVIDI:

Mar 08 Marzo 2016 14:25


POGGIOMARINO. Per ottenere i soldi per acquistare la droga non ha esitato a minacciare e picchiare i genitori. I carabinieri della stazione di Poggiomarino hanno arrestato un 27enne di Boscoreale resosi responsabile di tentata estorsione ai danni dei genitori. Su richiesta della madre e del padre 53enni i militari dell'Arma sono intervenuti nell'abitazione delle vittime bloccando il predetto, che aveva minacciato e picchiato i genitori per farsi consegnare 20 euro, verosimilmente pretesi per acquistare droga.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati
23enne ucciso a Roma: trovato con un coltello conficcato nel cuore

Domani l'interrogatorio di garanzia per i due accusati dell'efferato omicidio


di  

CONDIVIDI:

Mar 08 Marzo 2016 13:56


ROMA. Manuel Foffo e Marco Prato, accusati di aver torturato e ucciso il 23enne Luca Varani durante un festino in un appartamento sulla Collatina, a Roma, saranno sottoposti domani a interrogatorio di garanzia e convalida dell'arresto. Ad ascoltarli sarà il giudice dell'indagine preliminare Riccardo Amoroso.



Se vuoi commentare questo articolo accedi o registrati

Pagine